Prima mangia al ristorante e paga il conto poi fa razzia di bottiglie di vino in cantina

Correggio, l'uomo è stato visto durante il colpo da una dipendente che è anche risucita a fotografare la targa dell'auto del ladro. Denunciato per furto aggravato un 30enne

CORREGGIO. E' andato a cena in un ristorante di Correggio e uscito, dopo aver pagato regolarmente il conto, ha razziato la cantina subito fuori dal locale facendo man bassa di vini rossi e prosecco. E’ stato però notato da una lavapiatti del ristorante che il "ladro gentiluomo" ha anche tentato di rassicurare. La dipendente gli ha chiesto a muro duro cosa stesse facendo nel magazzino dei vini e l’uomo le ha risposto che stava prendendo delle bottiglie perché così gli era stato detto, poco prima, nel ristorante. 

Una giustificazione che la dipendente non "ha bevuto" e infatti è andata di corsa dal titolare del locale che le ha subito fatto presente di non aver autorizzato nessuno a prelevare bottiglie di vino e che quindi altri non era che un ladro. Immediatamente uscita all’esterno la donna ha visto lo sconosciuto dileguarsi alla guida di un’auto. Ma ha avuto la presenza di spirito di prendere al volo il cellulare di scattare una fotografia alla targa del mezzo prima che fosse troppo lontano.

Il titolare del ristorante a quel punto avendo riscontrato l’ammanco di un cartone di 6 bottiglie di vino rosso e due di prosecco, per un valore di un centinaio di euro, con  la fotografia scattata dalla dipendente, si è presentato ai carabinieri della stazione di Correggio formalizzando la denuncia. I militari forti della prova documentale prodotta grazie allo zelo della “lavapiatti-detective” hanno indirizzato le indagini sul proprietario dell’auto, un 30enne, a carico del quale hanno acquisito una serie di elementi di prova ed è stato denunciato alla Procura reggiana in ordine al reato di furto aggravato. Relativamente alla refurtiva il 30enne che sentito dai carabinieri di Correggio ha ammesso di essere l'autore del colpo, ha riferito di non aver più le bottiglie di vino asportate in quanto alcune le aveva bevute ed altre regalate.