E' in comunità ma continua a drogarsi, torna in carcere

L'uomo, un 44enne, era ai domiciliari per maltrattamenti in famiglia e stava scontando la pena in una comunità di recupero per tossicodipendenti. Il suo comportamento ha portato il giudice ad aggravare la misura

REGGIO EMILIA. Era ai domiciliari in una comunità cittadina per aver maltrattato e picchiato la sua ex compagna e la sua ex suocera mentre si trovava a Catania.

Nella comunità in cui si trovava dallo scorso anno avrebbe dovuto intraprendere un percorso per disintossicarsi dalle droghe, da cui era dipendente. Tuttavia l'uomo, un 44enne, non ha rispettato le regole e ha continuato ad assumere sostanze stupefacenti: è risultato positivo alla cocaina e in un'occasione ha avuto una crisi epilettica ricondotta all'assunzione di droghe, per la quale è stato portato in ospedale.

Alla luce di questi comportamenti la Procura catanese ha chiesto è ottenuto dal Gip del tribunale di Catania la revoca della misura degli arresti domiciliari e l'attivazione della custodia cautelare in carcere.

Il provvedimento è stato trasmesso ai carabinieri di via Adua, a Reggio, chi ieri hanno raggiunto il 44enne e l'hanno portato nel carcere di via Settembrini.