Al via la gara per i lavori della nuova piazza Roma

Piazza Roma a Campagnola come diventerà

Campagnola, il Comune sta anche terminando la pista ciclopedonale di via Castellaro Con un finanziamento della Provincia, realizzerà una rotonda in via Mazzolari

CAMPAGNOLA. Non soltanto piazza Roma, che resta l’intervento di riqualficazione più importante dal punto di vista dell’impatto e del costo. Sono tanti i lavori in svolgimento sul territorio di Campagnola, che sta vivendo un momento di grande attività e che vedrà, dopo il cartellone estivo, organizzato in collaborazione con le associazioni del territorio, l’evento principale, previsto per domenica 29 con una serata con Andrea Pennacchi, il “Pojana”.

Piazza Roma a Campagnola com'era


Piazza Roma, si diceva. Il progetto, dopo tanti mesi dedicati allo studio e alla progettazione, è stato approvato ed è entrato nella fase esecutiva. La piazza tornerà molto più simile a com’era dopo il restauro del 1910, con tutte le migliorie tecniche attuali. L’asfalto verrà sostituito, salvando e recuperando il ciottolato e le piastre di granito originali, che verranno sottoposte a restauro e “fiammatura” (una particolare tecnica di lavorazione che le renderà maggiormente planari adattandole alle attuali esigenze di accessibilità e sicurezza) per poi essere ricollocate, per mantenere il contatto con il progetto originale.

Il ciottolato, pavimentazione originaria della quasi totale superficie della piazza storica, sarà collocato all’interno delle corsie carrabili per non creare problemi di percorribilità ai pedoni e ai ciclisti. Inoltre, in corrispondenza degli attraversamenti pedonali sarà sostituito con pietra di Luserna. La nuova piazza Roma sarà sempre più la location ideale per manifestazioni ed eventi. Ma sarà anche un luogo a disposizione di negozi ed esercizi, che – salvo pochissime eccezioni dettate dalla posizione – si troveranno ad avere la possibilità di installare dehor. Il progetto è stato realizzato tenendo in considerazione la funzione degli esercizi commerciali, per questo si è lavorato per permetterne l’accessibilità a tutti, a partire da pedoni, ciclisti e utenti deboli della strada, senza ridurre significativamente il numero di parcheggi.

Con i lavori di riqualificazione cambierà radicalmente anche l’illuminazione di piazza Roma: saranno posati corpi illuminanti che permettano il risparmio energetico, la valorizzazione della configurazione architettonica della piazza e la sicurezza della viabilità senza però entrare fastidiosamente nelle finestre che danno sulla piazza. Inoltre, per mantenere sempre al centro dell’attenzione la funzione di luogo deputato agli eventi, l’illuminazione sulla facciata del municipio sarà programmabile grazie a una serie di proiettori che, a seconda dell’evento, coloreranno la facciata.

Il progetto esecutivo di piazza Roma è stato approvato ufficialmente lo scorso giugno; ora la gestione della gara d’appalto è in mano alla Provincia. Non appena verrà decretato il nome dell’azienda incaricata della realizzazione del progetto, il Comune potrà pianificare le tempistiche delle varie fasi del cantiere, organizzando le lavorazioni in modo da impattare il meno possibile sulle attività che danno sulla piazza.
Nel frattempo, sta per essere portata a termine la pista ciclopedonale di via Castellaro, mentre grazie ad una variazione di bilancio dello scorso luglio il Comune ha potuto recuperare fondi per 70mila euro utilizzati per cofinanziare, insieme con la Provincia, la realizzazione della rotatoria su via Don Mazzolari e l’incrocio con la provinciale 30 Carpi-Guastalla.

Si tratta di un’opera quantomai importante per la sicurezza stradale e per garantire il pieno sviluppo della zona industriale. La rotatoria era già prevista negli strumenti urbanistici da circa 16 anni e, in due anni, dopo lo sviluppo della progettazione della rotatoria del Ponte Vettigano, ha visto le prime valutazioni, l’approvazione dell'accordo di programma tra Provincia e Comune e, con questo stanziamento, l’atto preventivo alla progettazione esecutiva e alla successiva realizzazione.

Inoltre, come previsto dal bilancio, sono stati da poco ultimati i lavori alla scuola Galilei, che al momento hanno visto completare l’opera di rifacimento della parte elettrica e dei rilevatori antincendio. Sono in fase di definizione le tempistiche per l’intervento che riguarderà i poliambulatori, con una spesa prevista di 70mila euro per la riqualificazione degli spazi e degli accessi per la realizzazione di un vero e proprio polo di medicina di gruppo. In partenza anche i lavori di rifacimento dell’impianto elettrico del cimitero di Cognento.Infine, sono state ultimate le opere inerenti la posa dell’Olma secolare, crollata al suolo negli anni scorsi, successivamente trasportata all’interno dell’area in cui si sta realizzando il parco urbano. L’ Olma che sarà “accesa” al termine dell’ultimo evento estivo della rassegna sovra comunale “Amonie dal mondo 2021”, sabato 11 settembre alle 18.30 con il concerto di “Inalifetime Trio”.