Vola fuori strada in sella alla sua moto Grave un 55enne

L’incidente è avvenuto ieri pomeriggio sulla provinciale 48 Trauma cranico e ferite al volto per l’uomo dopo lo schianto

CAMPAGNOLA. Vola fuori strada con la moto e si ferisce gravemente, riportando un trauma cranico e facciale e numerose ferite al volto.

A causa dello schianto, un uomo di 55 anni residente a Rio Saliceto è stato trasportato in gravi condizioni con l’elisoccorso all’ospedale Maggiore di Parma, dove è stato ricoverato nel reparto maxillo facciale.


L’incidente è avvenuto ieri verso le 15.30 lungo la provinciale 48 che collega Campagnola a Rio Saliceto (in quel tratto prende il nome di via Grande), tra la Madonnina posta all’incrocio in località Mazzucca e l’oratorio di San Pietro.

Stando gli accertamenti compiuti della polizia locale dell’Unione Pianura Reggiana, intervenuta sul posto per i rilievi di legge e per coordinare il traffico durante le operazioni di soccorso, il motociclista avrebbe fatto tutto da solo, perdendo il controllo del mezzo nei pressi di una semicurva a seguito di un urto scomposto degli pneumatici con un tratto di banchina danneggiata.

A causa dell’impatto, l’uomo è stato sbalzato dal mezzo che ha finito la sua corsa a una ventina di metri da quel punto, in un fosso che costeggia la strada, mentre il motociclista è caduto pesantemente sull’asfalto, non lontano dal mezzo.

L’incidente è avvenuto in un tratto di strada in aperta campagna. Nessuno dei residenti che abitano nelle poche case in zona ha sentito nulla, ma a dare l’allarme alla centrale operativa del 118 sono stati due passanti che sono sopraggiunti in auto sul luogo dell’incidente qualche istante dopo e hanno subito capito cosa fosse successo, trovando l’uomo riverso a terra con evidenti ferite al volto, con accanto la moto nel fosso. Sul posto sono intervenuti l’ambulanza della Croce Rossa di Novellara, l’automedica di Correggio e l’elisoccorso da Parma che è atterrato in un campo nelle vicinanze dello schianto. Il motociclista, che non ha mai perso coscienza durante le operazioni di soccorso, a causa del violento impatto non si ricordava di quanto era avvenuto. Dapprima è stato stabilizzato dal personale sanitario sull’ambulanza, poi i medici hanno optato per il trasporto con l’elicottero all’ospedale Maggiore di Parma.

Alessandro Cagossi

© RIPRODUZIONE RISERVATA