Tre boschi urbani e 560 nuovi alberi. Dalla Regione arrivano 13mila euro

Guastalla, il Comune ha vinto un bando che sostiene le piantumazioni. Lanzoni: «Aree verdi contro il cambiamento climatico»

GUASTALLA. Il Comune di Guastalla, attraverso l’assessorato all’Ambiente, ha partecipato al Bando 2021 della Regione Emilia-Romagna per la concessione di contributi ai Comuni di pianura per la realizzazione di interventi di forestazione urbana e ha ottenuto un finanziamento.

Il bando rientra nel progetto regionale “Quattro milioni e mezzo di alberi in più. Piantiamo un albero per ogni abitante dell’Emilia-Romagna” ed è tra gli obiettivi perseguiti dal Piano aria integrato regionale. «Il nostro Comune è risultato ammesso al contributo per la piantumazione di essenze forestali per la riduzione dei principali inquinanti dell’aria presenti nelle aree urbane e verranno messe a dimora nel territorio guastallese 560 nuove piante – spiega l’assessore all’Ambiente Chiara Lanzoni – Guastalla ha un buon patrimonio vegetale, di cui ci stiamo prendendo cura negli anni e che stiamo integrando via via con diversi progetti. La creazione di infrastrutture verdi nelle città e l’estensione della superficie boschiva danno un contributo significativo al miglioramento della qualità dell’aria e alla lotta ai cambiamenti climatici».

L'assessore Chiara Lanzoni


I nuovi alberi verranno piantanti in tre zone pubbliche per un totale di 4.397 metri quadrati di superficie che diverranno boschi urbani permanenti, dove saranno utilizzate specie autoctone, più performanti nell’assorbimento dei principali agenti inquinamenti atmosferici (Pm10, 03, Co2, NO2) e ad elevata resilienza nei confronti dei cambiamenti climatici e degli stress ambientali che caratterizzano gli ambienti urbani.Su un contributo richiesto di 18.130 euro, la Regione Emilia-Romagna, come da bando, ha concesso il 75% del totale ammissibile pari a 13.598 euro.

«Sono contenta del risultato di questo bando, dobbiamo cercare di lavorare e cogliere tutte le opportunità che si presentano per migliorare la qualità del nostro ambiente di vita – sottolinea l’assessore Lanzoni – E come dico sempre: la sostenibilità si fa anche attraverso l’utilizzo di risorse che vengono messe a disposizione, in questo caso dalla Regione. Ora daremo un incarico ad un professionista del settore per la redazione del progetto di forestazione dato che l’intervento dovrà essere realizzato entro il 31 dicembre prossimo».Le nuove piantagioni realizzate aventi le caratteristiche di bosco saranno assoggettate al vincolo forestale e al conseguente vincolo paesaggistico.

«Devo sottolineare un aspetto importante – conclude Lanzoni – Nell’estate calda che stiamo vivendo siamo stati in molti a prenderci cura in modo volontario, con innaffiature, di alberi privi di impianto di irrigazione, in diverse zone del territorio comunale. Il verde è un bene comune ed è questa la strada da percorrere perché non sempre è possibile inserire un sistema di irrigazione automatico, conveniente in termini di risparmio idrico e di ridotto apporto inquinante rispetto all’utilizzo di irrigazioni di soccorso tradizionali. Con questa attenzione per le nuove forestazioni urbane valuteremo nel progetto anche la realizzazione di impianti di distribuzione dell’acqua per le irrigazioni di soccorso nei primi anni di sviluppo delle piante».