Villa Cerillo cambia gestione dopo vent’anni Bando del Comune

La trattoria, di proprietà pubblica, è un luogo simbolo Nasi: «Vogliamo dare continuità alle tradizioni culinarie»

ROLO. Il Comune di Rolo ha indetto una procedura di gara per l’affidamento in locazione di “Villa Cerillo”, in piazza Eccidio della Righetta 2. La gestione storica, infatti, dopo oltre vent’anni chiude i battenti e ora bisogna trovare chi vorrà mandare avanti uno dei luoghi simbolo della tradizione culinaria locale.

il sindaco


La comunità di Rolo infatti è molto legata a questo suggestivo locale, immerso nel verde. «L’amministrazione comunale coglie l’occasione per ringraziare i gestori, Manfredo e Giorgio, che per diversi lustri hanno portato avanti l’Osteria Villa Cerillo – commenta il sindaco Luca Nasi – facendone un vero e proprio punto di riferimento per la cucina tradizionale e per la nostra comunità. È un locale dove potrà essere esclusivamente esercitata l’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, con prevalenza a ristorante. Con questo bando di gara vogliamo dare continuità a questa tipica attività di ristorazione per valorizzare le nostre tradizioni culinarie». Il bando prevede l’affitto per un periodo di sei anni, rinnovabile di altrettanti sei anni mediante procedura aperta con criterio di aggiudicazione dell’offerta complessivamente più vantaggiosa, sulla base del miglior rapporto qualità-prezzo.

il bando

Il Comune di Rolo vieta ogni variazione d’uso non espressamente autorizzata e nemmeno sub-locazioni, pena la risoluzione del contratto per inadempimento.

Il bando prevede un canone di locazione annuo per l’immobile a base d’asta è di 12.000 euro soggetto ad aumento al rialzo. Non sono ammesse offerte pari o inferiori e non comprende i costi per le utenze (energia elettrica, acqua, gas, riscaldamento, eccetera), che dovranno essere attivate direttamente a nome del conduttore prima dell’inizio dell’attività. Il canone di locazione aggiudicato in via definitiva sarà aggiornato annualmente in misura pari al 75% della variazione accertata dall’Istat dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati.

Sono ammessi alla gara, persone fisiche – purché maggiorenni o associati – imprese individuali, società commerciali, società cooperative, consorzi, raggruppamenti temporanei di imprese, costituiti o costituendi.

Le offerte dovranno pervenire entro le ore 12 di giovedì 16 settembre mediante consegna all’Ufficio Protocollo del Comune di Rolo oppure mediante invio per raccomandata allo stesso indirizzo.

Mauro Pinotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA