Contenuto riservato agli abbonati

Castellarano, dopo mesi di stop per la pandemia riapre stasera il cinema Belvedere

CASTELLARANO. Riapre il cinema Belvedere di Castelllarano. Dopo il fermo causato dal Covid 19, ora è tutto pronto per poter riprendere le proiezioni in un cinema storico della valle del Secchia. La magia del grande schermo riprende con “Fast & Furious”, la saga arrivata alla nona edizione, in programma per stasera, alle 21,15. In replica fino a martedì 24 agosto, sempre alle 21,15 (ma il lunedì il cinema è chiuso per riposo).
È sicuramente una buona notizia che il cinema, gestito dalla famiglia Cocconi dal 1953, abbia riaperto i battenti dopo alcuni mesi di sosta forzata a causa dall’epidemia da coronavirus. E che per gli abitanti della valle del Secchia sia possibile ritornare a gustarsi un bel film sul grande schermo, anche con le regole che sono presenti per scongiurare il contagio, con un virus che ha causato tantissimi danni.
Durante il periodo di chiusura forzata Giuseppe Cocconi ha deciso di utilizzare il tempo libero per realizzare un libro dedicato alla storia del cinema di Castellarano che venne inaugurato il 23 luglio del 1953. Nel libro viene raccontata per immagini la storia di un punto di ritrovo unico per il comune ceramico, che prima venne gestito dal Pierino Cocconi e poi, ora, dal figlio Giuseppe: una storia lunga 68 anni. Oltre ai film la sala del cinema ha visto rappresentazioni teatrali, incontri culturali, concorsi musicali e persino adunate di partiti politici.

Il segreto di questo successo è stato rimanere sempre al passo con i tempi dal punto di vista tecnologico per rispondere a un bisogno che fa parte di tanti, quello di poter vedere un bel film quasi dal “vivo”, come solo il cinema sa fare. Nel libro ci sono tantissime foto di eventi, da carnevali a concorsi canori come la Mandorla d’Argento. In questo modo molti castellaranesi si sono riconosciuti ed è per questo che il libro venduto nelle tabaccherie del paese ha avuto un grande successo.
Ora il cinema Belvedere ha ripreso le proiezioni e rimane sempre valido il pensiero di Giuseppe Cocconi: «La sala rimane il luogo unico dove il film sul grande schermo ti avvolge con immagini e suoni, per poter godere delle emozioni che può dare solo uno spettacolo cinematografico. È questa la magia del cinema».