Luzzara, la mancata riparazione dell’auto finisce a botte

Un 28enne di Correggio annuncia querela nei confronti di un artigiano luzzarese: «Ha aggredito me e la mia compagna»

LUZZARA. Episodio movimentato in una officina di Luzzara, al confine con il Mantovano. La lite tra un cliente e un artigiano è degenerata al punto che è stato necessario l’intervento dei carabinieri.

U n 28enne, che è residente a Correggio ma lavora a Suzzara, lamenta di essere stato aggredito e annuncia querela. L’oggetto del contendere è la riparazione di una Audi A4, che è rimasta in officina per alcuni mesi per un problema alla cinghia di trasmissione.


Il giovane racconta che dopo aver atteso alcuni mesi, si è risolto a chiedere la riparazione e la restituzione della vettura (che nel frattempo era stata parzialmente smontata e non più rimessa a posto).

Differente la versione dell’artigiano luzzarese, che invece sostiene di non essere stato lui a smontare la vettura ma lo stesso cliente.

La vicenda è stata al centro di uno scambio di lettere da parte degli avvocati che assistono le due parti in causa. Venerdì sera il 28enne si è presentato in officina per ritirare l’auto con la compagna 21enne e un suo dipendente (il giovane ha un negozio nel Mantovano).

A quel punto sarebbe scattata l’aggressione fisica ai suoi danni e alla compagna (il giovane riferisce di essere in possesso di un video che lo testimonierebbe). L’uomo e la compagna si sono recati successivamente al pronto soccorso dell’ospedale di Guastalla e hanno un referto che parla di 3 giorni di prognosi ciascuno. Per evitare che la situazione degenerasse ulteriormente, sono intervenuti i carabinieri.

Il cliente, con l’ausilio di un carro attrezzi si è riportato a casa la vettura, ancora in parte smontata. «E con alcuni danni sulla carrozzeria», aggiunge. La vicenda avrà quasi di certo un seguito legale. Il 28enne, che ha contattato la Gazzetta di Reggio per raccontare l’accaduto, ha detto che presenterà querela nelle prossime ore.