Carica l'autostoppista che la deruba di 200 euro e della carta di credito

I carabinieri di Castelnovo Monti

Castelnovo Monti, per furto aggrvato i carabinieri hanno denunciato una donna di 43  anni che abita in paese

CASTELNOVO MONTI. Le dà un passaggio e lei come "ringraziamento" la deruba. È accaduto l’altro pomeriggio lungo la strada che dalla frazione Cavola di Toano conduce a Castelnovo Monti. I carabinieri della stazione di Castelnovo Monti a cui l’automobilista derubata ha denunciato il furto sono risaliti all’autostoppista denuncia per furto aggravato.. Posta davanti all' evidenza dei fatti la donna, 43 anni, residente in paese, ha ammesso le responsabilità sia in ordine al furto di 200 euro che della carta di credito sottratte all'automobilista. In particolare la 43enne ha provato a fare un prelievo a un bancomat senza riuscirci perché nel frattempo la carta era stata bloccata.

L’altra mattina la donna, in compagnia di suo figlio, era in via Rima a Cavola di Toano intenta a fare autostop essendo diretta a Castelnovo Monti dove vive. Lei e il figlio sono state caricate da una donna che li ha condotti in paese. Arrivati a destinazione la conducente dell'auto è scesa per aiutare il bambino a uscire e un quel momento  la 43enne ha aperto la borsa della conducente impossessandosi del portafogli con 200 euro in contanti e della carta di credito. le due donne si sono poi allontanate.

La conducente dell'auto subito dopo si è fermata presso un distributore per fare rifornimento e si è accorta che mancavano il contante e la carta di credito che ha provveduto a bloccare immediatamente. Ha subito capito si essere stata derubata dall'autostoppista e ha dato l’allarme al 112 per poi formalizzare la denuncia in caserma. I carabinieri di Toano che hanno curato l’intervento congiuntamente ai colleghi della stazione di Castelnovo Monti  hanno acquisto la descrizione dell’autostoppista e hanno mirato le ricerche verso la 43enne che ha precedenti di polizia specifici.

L'autostoppista è stata riconosciuta dalla derubata in una seduta di individuazione fotografica ed è poi stata convocata in caserma dove ha ammesso il furto e il tentativo di utilizzo della carta di credito che la derubata usava anche per riscuotere il reddito di cittadinanza. L'immagine della 43enne è stata "catturata" anche dalle telecamere del bancomat.