Prorogata la convenzione con la coop che cura le golene

Eden, fondata nel 1987 da dei volontari, punta alla riqualificazione ambientale  In questi anni tanti i progetti contro l’abbandono di rifiuti e di educazione

GUASTALLA. L’amministrazione comunale di Guastalla ha prorogato fino al 31 dicembre 2021 la convenzione che regola i rapporti tra il Comune e la Coop.Eden con sede via Argine Po 2, per il controllo, la sorveglianza e la consulenza delle aree di riqualificazione ambientale e la consulenza per la realizzazione di nuovi interventi.

In effetti, la riqualificazione ambientale della golena rappresenta una condizione essenziale per attuare gli obiettivi di valorizzazione turistica del Po. La Cooperativa Eden, costituita nel 1987 da un gruppo di volontari, con lo scopo sociale di incentivare e attuare progetti di riqualificazione ambientale delle aree golenali e di sensibilizzare l’opinione pubblica, con particolare attenzione al mondo della scuola, da anni opera sui problemi della difesa dell’ambiente golenale e del fiume. Nel tempo è stata creata un’efficace collaborazione con la Coop Eden, già da diversi anni, con cui il Comune ha progettato e realizzato importanti interventi di riqualificazione ambientale tra cui: Progetto Eden (1991) e Palude del Crostolo Vecchio (1998) in corrispondenza del Crostolo Vecchio già ultimati e da anni fruibili; il Bosco dell’Isolone, lavori iniziati nel 1999, Le Golene del Futuro e La Grande Crostolina, lavori iniziati nel 2005. La Coop Eden in questi anni, su aree demaniali in concessione e di proprietà del Comune e della Provincia di Reggio Emilia, ha realizzato direttamente attività di controllo sulle aree demaniali denominate Crostolo Vecchio, Isolone e Saliceti allagati dalla Crostolina; attività di vigilanza sulle aree sopracitate al fine di combattere depositi abusivi di rifiuti o esercizio di attività pericolose; gestione delle aree rinaturate attraverso fresatura degli interfilari, controllo meccanico degli infestanti e irrigazione di soccorso.


Il 2020 è stato caratterizzato dalla pandemia da Covid che ha portato alla sospensione di tutte le attività ludiche, didattiche, di aggregazione, interessando scuole di ogni ordine e grado, vietando per mesi ogni forma di condivisione che era la forza del lavoro svolto dalla Coop Eden sul territorio. Da qui la riconferma dell’amministrazion comunale di collaborare con i volontari con la proroga della convenzione.

M.P.

© RIPRODUZIONE RISERVATA