Nuova antenna per la telefonia mobile accanto alla rotonda di via Terrachini

La richiesta avanzata al Comune da Wind Tre: recenti le proteste in via Portella delle Ginestre e in via Martiri della Bettola

REGGIO EMILIA. In attesa che il Comune si doti di un piano per l’installazione delle antenne telefoniche, come deciso quasi all’unanimità nell’aprile scorso dal Consiglio comunale, continuano le richieste da parte delle società telefoniche di installare nuovi tralicci e pali per impianti Srb (stazioni radio base) in città.

L’ultima autorizzazione in ordine di tempo a essere richiesta è quella avanzata da Wind Tre per istallare una nuova antenna Srb per telefonia mobile in via Terrachini. La società ha chiesto l’autorizzazione per una nuova antenna da collocarsi nelle immediate vicinanze dell’ampia rotatoria a forma di otto di via Terrachini sul lato verso gli impianti sportivi e va a inserirsi in una zona densamente abitata.


La richiesta di autorizzazione, come prevede la legge, consente la presentazione di osservazioni (entro il termine di 30 giorni dalla pubblicazione sull’Albo Pretorio e avvenuta 29 luglio) da parte di eventuali soggetti terzi portatori di interessi pubblici e privati nonché dei portatori di interessi diffusi costituiti in associazioni e comitati cui possa derivare un pregiudizio dall’installazione dell’impianto. Gli interessati per informazioni di carattere generale possono rivolgersi su appuntamento al Servizio Ambiente, via Emilia San Pietro n. 12, scrivendo a infoambiente@comune.re.it. Dopo le proteste seguite alla decisione di concedere l’autorizzazione all’istallazione di un’antenna in via Portella delle Ginestre che ha visto lo stesso Comune a seguito delle proteste dei cittadini residenti decidere di spostare l’impianto in via Martiri della Bettola, trovando però l’opposizione di un altro gruppo di residenti, non è difficile ipotizzare che anche la nuova antenna sollevi proteste, mugugni e l’opposizione dei residenti di quel quadrante di città.

Nell’aprile scorso anche a seguito della mozione popolare presentata in sala Tricolore dal Comitato dei residenti di via Portella delle Ginestre e vie limitrofe, il Consiglio comunale ha approvato una mozione nella quale tra l’altro si dice che «l’indirizzo prioritario deve essere quello di individuare, ove possibile, le locazioni condivise con i residenti e i portatori di interesse, rispettando nel contempo le indicazioni contenute nel regolamento per l’installazione e l’esercizio degli impianti di telecomunicazione per telefonia mobile». Che prevede, tra l’altro, che le antenne siano valutate da Arpae per gli aspetti legati all’elettromagnetismo, da Ausl per quelli sanitari e dagli uffici comunali in ordine a quelli urbanistici e edilizi. Inoltre la mozione impegna sindaco e Giunta a redigere un piano che possa individuare preventivamente aree idonee alla collocazione di nuovi pali per le stazioni Srb. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA