Cerca di forzare la gettoniera di un autolavaggio, denunciato un 42enne

Il tentativo di scasso ripreso dalle telecamere di videosorveglianza. A tradire l'uomo il numero di targa dell'auto usata per il tentativo di furto

SANT’ILARIO. Armato di attrezzi da scasso ha raggiunto l’area di un autolavaggio di Sant’Ilario cercando in tutti i modi di forzare la gettoniera dove vengono effettuati i pagamenti per i lavaggi self service. Oltre a rimanere a mani vuote si è beccato però anche la denuncia per furto aggravato. Si tratta di un 42enne residente a Reggio denunciato dai carabinieri.
 
Il titolare dell’autolavaggio infatti accortosi dell’effrazione ha sporto denuncia. I militari dell’Arma della stazione locale, grazie soprattutto all’esame dei filmati delle telecamere di videosorveglianza dell’autolavaggio, hanno identificato il ladro ora finito nei guai per furto aggravato. 
 
Ad accorgersi del furto è stato lo stesso gestore dell’autolavaggio, un 54enne della provincia di Parma con attività a Sant’Ilario. Aprendo il proprio autolavaggio lo scorso 11 luglio ha trovato la gettoniera con evidenti segni lasciati da un tentativo di scasso. 
 
I carabinieri di Sant’Ilario hanno quindi acquisito i filmati di video sorveglianza. Qui si vede il ladro giungere nell’autolavaggio alla guida di un’autovettura  e scendere con martello e scalpello diretto verso la gettoniera che poi ha tentato di spaccare. 
 
Non riuscendovi è anche tornato all’auto da dove ha prelevato un trapano a batteria con il quale ha provato una seconda volta a compiere lo scasso, senza tuttavia riuscirci. Quindi l’uomo è fuggito a bordo dell’auto sulla quale era arrivato. 
 
Grazie alla targa, sebbene intestata a una persona estranea ai fatti, i militari hanno indirizzato le attenzioni investigative sul 42enne, in quanto, dai riscontri sulle attività di controllo del territorio lo stesso veicolo risultava a lui in uso. 
 
La comparazione tra il volto del sospetto e quello del ladro ritratto dalle telecamere durante il furto ha poi spazzato via ogni dubbio.