L’appoggio dell’amministrazione e della consigliera Bondavalli

A fianco delle lavoratrici e lavoratori della Manifattura Riese, ieri mattina, con tanto di fascia tricolore era presente il vicesindaco Luca Brex e poco più tardi, mentre il corteo sfilava sulla piazza del mercato, è arrivata anche la consigliera regionale Stefania Bondavalli, la quale, intorno alle 12, insieme alla giunta comunale di Rio Saliceto, ha partecipato a un incontro in municipio in cui sono stati ascoltati i rappresentanti sindacali, che hanno espresso tutta la loro preoccupazione per una situazione sempre più critica. Il prossimo step, dopo diversi incontri in cui la proprietà non ha presenziato, è rappresentato dall’appuntamento del 28 luglio, dopo il quale potrebbero partire le prime lettere di licenziamento. «La situazione è complessa – ha detto la Bondavalli – e piuttosto seria: interessa molti dipendenti, in particolare donne, in un territorio in cui si sono già manifestate crisi aziendali simili. L’impatto sociale di questa situazione rischia di essere assai pesante». Il sindaco Lucio Malavasi, che segue con grande apprensione la vertenza, si augura che la proprietà faccia un passo indietro: «Posso comprendere l’autonomia di un’azienda, ma non comprendo il modo, perché sarebbe possibile, quantomeno, attingere agli ammortizzatori sociali».