Il fatturato 2020 della Dalter Food supera i 111 milioni

Sant’Ilario d’Enza. La DalterFood Group, in un anno complicato come il 2020, è riuscita a continuare nel suo percorso di crescita mettendo a segno un aumento annuo del 2,8% del fatturato consolidato, che ha superato così la boa dei 111 milioni di euro.

Da sempre improntata all’export, la società ha realizzato il 76% del fatturato all’estero e in particolare in Germania, Gran Bretagna, Francia e Spagna, mercati prioritari per l’azienda. Buone notizie sono arrivate anche dagli Stati Uniti: il 2020 ha visto l’ingresso in questo grande mercato, grazie ad un nuovo contratto di fornitura con buone prospettive di crescita anche nel corso del 2021. «Siamo soddisfatti – commenta il presidente della Dalter, Stefano Ricotti – di come siamo stati capaci di reagire a un contesto globale tanto inaspettato e complesso. Al contempo abbiamo continuato a portare avanti i tanti progetti avviati già nel 2019, ottenendo importanti risultati sul fronte dell’internazionalizzazione, delle certificazioni, della sostenibilità e della digitalizzazione».


Sul tema certificazioni il 2020 è stato un anno molto significativo per Dalter: oltre al rinnovo ai massimi livelli delle certificazioni Brc e Ifs sono state ottenute anche la certificazione etica Smeta 4Pillars, quella per il benessere animale e la certificazione “Uni En Iso 22005:2008” per la rintracciabilità nelle filiere agroalimentari.

Particolarmente importante poi la certificazione Industria 4.0 per l’intero Gruppo in quanto riconoscimento della trasformazione tecnologica e digitale.

«Sostenibilità, digitalizzazione e fiducia sono i pilastri del nostro piano strategico 2021-2023 – conclude il nuovo direttore generale, Andrea Guidi –. Abbiamo messo in cantiere tanti importanti progetti che permetteranno di portare sempre più nel mondo il meglio della produzione lattiero-casearia italiana». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA