Scoperto mentre tenta il furto in auto, si tira giù i pantaloni e mostra il sedere

L'incredibile vicenda è accaduta a San Polo, nei pressi di un bar. I carabinieri hanno denunciato un 35enne di Milano domiciliato a Quattro Castella

SAN POLO D'ENZA. Una storia che ha dell’incredibile quella che hanno dovuto affrontare i carabinieri di Vezzano. È successo alla fine dello scorso giugno. Un 20enne di Quattro Castella, che in quel momento si trovava in un esercizio pubblico di San Polo d’Enza, uscendo dal locale per recarsi alla sua auto, ha notato un uomo dentro la su auto che intento a rovistare dentro uno zainetto. Preso di sorpresa il giovane prima ha chiesto aiuto a un suo amico, ancora dentro il bar, e poi ha chiamato i carabinieri.

L’uomo all'interno della macchina, vistosi scoperto, prima dell'arrivo dei carabinieri, ha iniziato a discutere con i due giovani negando ogni addebito, offendendoli ripetutamente e, in un momento di particolare agitazione, abbassandosi i pantaloni mostrando loro il fondoschiena in segno di spregio. Sul posto nel frattempo è arrivata la pattuglia della Stazione di Vezzano che, dopo aver con non poca fatica calmato gli animi, ha proceduto alla ricostruzione dei fatti e all’identificazione dell’uomo colto sul fatto.

Si trattava di un 35enne milanese al momento domiciliato a Quattro Castella. Una volta ricevuta la denuncia da parte del proprietario dell’auto, i militari hanno avviato tutti i necessari accertamenti e, una volta conclusi, hanno formalizzato a carico del 35enne una denuncia  per i reati di tentato furto aggravato e minaccia. Nei suoi confronti i carabinieri hanno anche elevato una sanzione amministrativa per atti contrari alla pubblica decenza.