Nascondeva droga e strumenti per lo spaccio in un secondo appartamento, arrestato un 21enne

I poliziotti della Squadra Mobile sono arrivati a lui dopo diverse segnalazioni. Il giovane, che lavora a Sant'Ilario ma vive a Viadana, ora si trova in carcere a Mantova

REGGIO EMILIA. I poliziotti della Squadra Mobile hanno arrestato uno spacciatore 21enne, trovato in possesso di 150 grammi di cocaina in sasso.

Le indagini nei confronti del giovane - un ragazzo albanese che lavora in una ditta di Sant'Ilario come operaio ma vive a Viadana, nel mantovano - sono scattate dopo alcune segnalazioni che lo classificavano come trafficante di una sostanza stupefacente molto richiesta sul mercato reggiano.

La polizia ha prima perquisito la casa in cui il 21enne vive con la famiglia, senza trovarvi nulla, poi, con non poco impegno, ha scoperto che il ragazzo aveva accesso anche a un altro appartamento, sempre a Viadana.

Il 21enne ha sempre negato, ma ieri i poliziotti gli hanno trovato addosso le chiavi dell'alloggio. L'hanno quindi perquisito trovandovi 150 grammi di cocaina in sasso suddivisa in due involucri, un bilancino e materiale vario per il confezionamento delle dosi, oltre a mille euro in contanti che per gli investigatori sono correlati allo spaccio.

Sulla scorta di quanto rinvenuto il giovane è stato arrestato e accompagnato nella casa circondariale di Mantova a disposizione di quell’autorità giudiziaria.