Contenuto riservato agli abbonati

Muore a 59 anni Cinzia Cani Caroli: ballerina appassionata e commessa alla Coop

Si è spenta all’hospice, dov’era ricoverata da qualche tempo. Profondo il cordoglio per la sua scomparsa. Domani l’addio

GUASTALLA. Cordoglio a Suzzara, nel Mantovano, dov’era domiciliata, e a Guastalla, dove lavorava ed era conosciutissima, per la prematura scomparsa di Cinzia Cani Caroli. Aveva 59 anni, compiuti il 28 maggio scorso.

Si è spenta giovedì scorso, all’hospice di Guastalla in seguito a una malattia contro la quale ha lottato per due anni con grande coraggio e determinazione. I funerali si svolgono domani alle 15 partendo dalla camera ardente dell’ospedale di Guastalla per la chiesa dell’Immacolata Concezione di piazza Garibaldi. Dopo la messa, il carro funebre delle onoranze Pedroni accompagnerà la salma al tempio crematorio di Mantova.


Cinzia Cani Caroli era una grande appassionata di ballo. Fin dall’età di 14 anni si esibiva al dancing “Due Stelle” di Reggiolo. Per anni ha fatto parte della scuola di ballo “Havana” e, col marito Daniele, si è esibita in vari locali da ballo sia nel Mantovano che altrove. Di professione commessa, era dipendente della Coop Alleanza 3.0 e lavorava nel supermercato di Guastalla. Si vestiva sempre in modo elegante. Il suo modo di ballare era leggero come una farfalla.

Sono in tanti gli appassionati e gli amici a ricordarla per avere incrociato con lei qualche passo di danza. «Era una persona solare, sempre sorridente, dal carattere deciso ma sempre disponibile con tutti – dice commosso il marito Daniele –. Aveva scoperto la malattia qualche anno fa, e purtroppo giovedì c’è stato il tracollo».

Cinzia non era solo appassionata di ballo; amava molto anche i gatti, per i quali era sempre pronta a lanciare appelli a favore di canili e gattili per salvare o adottare qualche gattino.

Numerose le testimonianze di affetto e vicinanza rivolte ai familiari. Cinzia Cani lascia nel dolore Daniele, Davide, i cognati con le rispettive famiglie, gli amici e altri parenti. Un particolare riongraziamento è stato rivolto al medico di famiglia dottor Mortara e al dottor Bacchi, oltre al personale medico e paramedico dell’hospice di Guastalla per le cure e l’assistenza prestate. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA