Operaio cade dal ponteggio e finisce in una vasca: è grave

Il recupero da parte dei vigili del fuoco dell'operaio edile ferito

Bibbiano, l’infortunio nel cantiere aperto a Piazzola per realizzare l’impianto biogas. L’uomo ha fatto un volo di 5 metri. Recuperato dai vigili del fuoco con una gru

BIBBIANO. È precipitato da un’impalcatura finendo all’interno di una vascone di cemento, vuoto. L’infortunio sul lavoro, che ha mandato all’ospedale in gravi condizioni un operaio edile di 40 anni, è avvenuto poco prima delle 16.30 di lunedì 12 lulgio in un cantiere in via Sant’Eufemia, a Piazzola. L’uomo ha fatto un volo di almeno 5 metri ed è stato ricoverato per traumi multipli, e si sospettano anche fratture, all’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, dove è stato portato dall’ambulanza inviata dal 118.

La caduta è avvenuta dal ponteggio, secondo quando hanno ricostruito i vigili del fuoco, giunti sul posto con due squadre, una dal comando di Reggio e l’altra dal distaccamento di Sant’Ilario, dai carabinieri di Bibbiano e dagli ispettori della Medicina del lavoro dell’Ausl. L’operaio era intento, come gli altri operai, a realizzare le strutture di un impianto a biogas. È salito sul ponteggio quando, per cause in via di accertamento, è precipitato.

Particolarmente complesso il recupero del ferito. Le due squadre di vigili del fuoco hanno utilizzato attrezzatura da montagna: si sono calati nella vasca in cemento, hanno imbragato l’operaio, lo hanno collocato su una barella a toboga, appunto utilizzata nei soccorsi in aree difficili, lo hanno assicurato e poi, utilizzando una delle gru del cantiere, hanno agganciato la barella-toboga, che è stata fatta salire lentamente.L’uomo è poi stato affidato alle cure del personale sanitario. Toccherà ora ai carabinieri e agli ispettori delle Medicina del lavoro capire se l’operaio stesse lavorando in sicurezza, oltre a far luce sulle cause della caduta dal ponteggio.