Il brand Taglieré pronto a sbarcare a Monaco di Baviera

Da sinistra Dario Donelli e Simone Ferrari che porteranno il Taglierè Group a Monaco di Baviera

Reggio Emilia, gli imprenditori reggiani Simone Ferrari e Dario Donelli apriranno il ristorante nello Shopping Village vicino a Gucci 

REGGIO EMILIA. Un brand reggiano della ristorazione alla conquista della Germania. È la scommessa di due noti imprenditori, nativi di Castelnovo Sotto, che si sono messi in viaggio, già da tempo, per scoprire nuove opportunità di business e allargare il campo d'azione della loro start-up di successo, Taglierè Kiosk. La singolarità di questo progetto è quella di essere stato pensato, studiato in tutte le sue sfaccettature, e soprattutto lanciato, in un periodo dominato dalla pandemia mondiale.Simone Ferrari, 40 anni il prossimo 21 luglio, ora residente in città, e Dario Donelli, 47enne, a capo della prestigiosa e ultracentenaria azienda di famiglia, la Donelli Avvolgibili di Castelnovo Sotto, sono i protagonisti di questa operazione che porterà la bandiera di Taglierè Group, di cui sono soci, a sventolare prima su Monaco di Baviera per poi concentrarsi su altre città europee.

L'operazione è partita nel dicembre scorso, con l'apertura a Fidenza del primo Taglierè Kiosk, nello Shopping Village di proprietà di Value Retail che ha avviato una intensa partnership con i due innovativi specialist del food & beverage. Il concept di Taglierè Kiosk, si fonda sulla combinazione di culatello & champagne, è rivolto ad una ristorazione di passaggio che si vuole concedere un menù di qualità, con piatti del cuore che riescono a suscitare piacevoli sensazioni. L'altro elemento di caratterizzazione, per un certo verso anche di grande novità e tendenza, è la riproposizione di architettonici e accattivanti chioschi di vetro, come struttura ricettiva, che permettono di essere posizionati direttamente sul camminamento e nelle posizioni più strategiche.


Nello Shopping Village di Ingolstadt di Monaco di Baviera, il Taglierè Kiosk, non a caso, si trova vicino allo store di Gucci, la griffe del lusso che il manager rubierese Marco Bizzarri ha portato a risultati eclatanti. L'inaugurazione ufficiale del Taglierè Kiosk tedesco è prevista per i prossimi giorni mentre Ferrari e Donelli stanno già lavorando per intensificare il processo di internazionalizzazione del Gruppo. Monaco di Baviera non è solo Oktoberfest, ma è un posto dove si mangia molto bene e si beve altrettanto bene. La città è espressione di una visione godereccia della vita e di una grande cultura per la tavola. Presto i tedeschi avranno l'opportunità di assaggiare il top della food valley emiliana. Uno dei punti di forza di Taglierè Kiosk è infatti la dispensa del gusto, un'ampia esposizione di prodotti alimentari e golosità che rappresentano la forza del territorio. Una riproposizione in piccolo del Borghetto, il negozio di prodotti enogastronomici che, nel 2012, Simone Ferrari ha aperto all'interno di un antico caseificio esagonale a Mancasale.

Il gruppo Taglierè gestisce a Reggio tre ristoranti: Taglierè Oltre La Cucina e Taglierè a Palazzo (l'Executive Chef è Leonardo Panza), quest'ultimo nella corte di Palazzo Magnani, in Corso Garibaldi, poi a Roncolo di Quattro Castella, Taglierè in Limonaia, nella prestigiosa location della tenuta Venturini Baldini, locale esclusivo che lo chef Mario Comitale ha portato ad altissimi livelli. Sempre all'interno dell'azienda Venturini Baldini, nella zona adiacente il laghetto, è presente un Taglierè Kiosk, aperto al pubblico per gli eventi nelle serate del mercoledì e venerdì sera. Un bel biglietto da visita di un luogo magico che racchiude il concetto di bellezza che Taglierè Group ha voluto esprimere sin dal debutto.