Giorgino salvato dalla strada cerca al Nord un’occasione

Il primo viaggio a Reggio non è andato a buon fine ma ora i volontari ci riprovano «Ma non è solo una staffetta: abbiamo fatto un grande lavoro di preparazione»

REGGIO EMILIA. Giorgino è un pit bull di 4 anni. Salvato dalla strada a Catania, in Sicilia, grazie al lavoro di tre volontarie locali, qualche settimana fa ha intrapreso il viaggio per un’adozione a Reggio Emilia. Purtroppo, non è andata a buon fine, ma la mobilitazione per lui è stata tale che nessuno ha intenzione di rinunciare a cercare un’altra occasione per lui.

Nel Reggiano, a prendersi a cuore la storia di Giorgino è la volontaria Guglielmina Ganassi. «Perchè il lavoro che abbiamo fatto non è stato solo quello di caricare il cane su una staffetta e farlo venire su – ci tiene a sottolineare – La volontaria che si è occupata di lui per anni nel suo rifugio, è salita con lui, è stata qui in albergo per una settimana a sua spese, in quel lasso di tempo si è occupata del suo inserimento nella famiglia che lo aveva accolto. Ed è scesa solo quando tutto sembrava essere a posto».


Un grande lavoro, che le ha comportato chiaramente dei costi, ma che purtroppo non ha avuto l’epilogo sperato. «Dopo tre settimane, l’adottante ci ha chiamati e ha rinunciato a lui, perchè quando il cane rimaneva solo a casa mentre lui era al lavoro piangeva...». Così, Giorgino è tornato al Sud.

La volontaria lo descrive come un cane mite, affettuoso, che va d’accordo con cani e gatti e che è pure bravo al guinzaglio. Ma la solitudine evidentemente la soffre e ha bisogno un padrone che possa affrontare questa situazione. Dopo tutto questo lavoro, anche la volontaria reggiana non ci sta a rinunciare a trovare finalmente una casa a Giorgino. E allora, l’appello per trovare per lui un padrone che sappia e voglia accoglierlo, ora è lanciato.

Per informazioni: Guglielmina 345-119.1239. —

Elisa Pederzoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA