Il Festival teatrale dei borghi più belli è di casa a Gualtieri

Un fine settimana di eventi promosso dall’associazione “I borghi più belli d’Italia”

GUALTIERI. Prosegue “Ordinari Straordinari” la stagione estiva del Teatro Sociale di Gualtieri con “Attorno a un tavolo”, spettacolo del Teatro delle Ariette che dopo il debutto di ieri andrà in scena anche stasera alle 20.30 sul ponte del Cavo Fiuma, in zona Casella Bianca, tra Gualtieri e Santa Vittoria.

“Attorno a un tavolo” porta il pubblico in uno spazio scenico condiviso, una cucina, con un grande tavolo al centro. Attorno ci sono tavoli da lavoro, forno, pentole, fornelli, taglieri e mattarelli.
Paola, Stefano e Maurizio accolgono gli spettatori, li fanno accomodare attorno al tavolo e apparecchiano.

«Per noi è sempre molto bello invitare gli amici a pranzo o a cena, però non è facile. Ci sono sempre troppe cose da fare, il tempo manca…», dice Stefano. Così comincia la cena e i tre attori, servendo acqua e vino, focacce, formaggio, verdure e tagliatelle, raccontano storie di vita (di teatro, di agricoltura, di paura di volare, di amici e di cinghiali), esperienze personali, piccoli fallimenti apparentemente senza importanza, inquietudini che attraversano il nostro presente.

Lo fanno con leggerezza, senza drammatizzare, piuttosto con la voglia di giocare.
Nella Cucina-Teatro delle Ariette tentano di creare, per il tempo effimero dello spettacolo, una comunità provvisoria, forse ancora possibile.

In occasione dell’evento, il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale apre al pubblico le porte dell’Impianto Idrovoro del Torrione, con visita guidata gratuita alle 18.30 e aperta a tutti su prenotazione. Il percorso di visita è curato da Sergio Becchi, ex dipendente del Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale e volontario Pro Loco di Gualtieri.

L’evento viene promosso dal Teatro Sociale di Gualtieri con la collaborazione e il contributo con il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale in una comune strategia di valorizzazione del patrimonio paesaggistico della bonifica (per informazioni consultare il link http://bit.ly/TSG-attorno-tavolo).

Domani sera alle ore 21.30, invece, in un suggestivo bosco di noci a Pieve Saliceto, i “Comaneci” torneranno a Gualtieri con la musica avvolgente del loro Rob a Bank.
“Comaneci” è un progetto musicale minuto e originale, di canzoni semplici in cui il folk incontra il blues, di lentezze acustiche attraversate da una voce sorprendente per la sensualità e l’infanzia che porta con sé.I loro concerti – ospitati spesso in spazi particolari, quasi che il luogo ne sia uno dei protagonisti – sono quanto di più lontano da uno “spettacolo”: piccoli riti collettivi, in cui artisti e pubblico si confondono e la musica è un filo teso, un modo di abitare il mondo, un piccolo tempo donato.

Gli eventi di questi giorni rientrano nel Festival Teatrale promosso dall’associazione “I borghi più belli d’Italia”, nato dalla volontà di dare nuova spinta propulsiva a questo momento di ripartenza.
Diversi borghi emiliano-romagnoli appartenenti al prestigioso club – in cui Gualtieri è in compagnia di Compiano, Dozza, Fiumalbo, Verucchio e Vigoleno – in un’ottica di promozione e valorizzazione delle bellezze del territorio, hanno deciso di dar vita a un nuovo e inedito progetto che guarda al presente e al futuro, per mettere in rete le esperienze artistiche dei singoli territori e per promuovere un’offerta rivolta a ogni tipo di pubblico, a chi vuole tornare in piazza a “riveder le stelle”, all’insegna del divertimento e dello svago.

«Siamo orgogliosi – sottolineano gli assessori di Gualtieri, Mattea Gialdini (Cultura) e Marcello Stecco (Turismo) – di essere tra i sei borghi emiliano-romagnoli più belli d’Italia, promotori di questo primo Festival Teatrale. Partecipiamo al festival con due spettacoli di alto profilo artistico, che vengono realizzati dal Teatro Sociale di Gualtieri in luoghi suggestivi e affascinanti e che porteranno il pubblico a cenare su un ponte sulle acque della bonifica e ad ascoltare musica in un antico bosco di noci. Questo festival rappresenta un invito ai cittadini a riconquistare, con gioia e responsabilità, i luoghi che la pandemia ci ha sottratto per tanto e troppo tempo».
Per ulteriori informazioni e prenotazioni telefonare al 329-1356183 (da lunedì a venerdì dalle 18 alle 20) oppure visitare la pagina: www.teatrosocialegualtieri.it/biglietteria. —