Vende l'armadio e si ritrova il conto alleggerito, un denunciato

Truffa online riuscita solo a metà perché la vittima si è accorta del raggiro, nei guai un 42enne

ALBINEA. Ha pubblicato un’inserzione sul web per vendere un armadio ma anziché ricevere i 100 euro pattuiti si è ritrovato il conto alleggerito di 250 euro. Poco dopo la pubblicazione dell’inserzione è stato contattato da un sedicente acquirente che spacciandosi per commerciante di mobili usati oltre a mostrarsi molto interessato all’acquisto si è detto disponibile a effettuare immediatamente il pagamento con la ricarica della carta prepagata del venditore che poteva però avvenire solo attraverso una qualsiasi postazione Atm di una banca. 
 
In contatto telefonico con l’acquirente la vittima, un 47enne reggiano, recatosi a eseguire l’operazione su indicazione dell’interlocutore, con cui è rimasto sempre in contatto telefonico, ha effettuato l’operazione, ma anziché ritrovarsi accreditati i 100 euro si è visto il conto alleggerito di 250 euro. 
 
Il truffatore infatti, dopo avergli dettato il numero della sua carta ricaricabile, lo ha invitato a effettuare una prima operazione di ricarica per poi, sostenendo errori, cercare di far ripetere l’operazione senza tuttavia riuscirci in quanto la vittima a questo punto ha compreso di essere caduto in un raggiro. 
 
L’uomo si è dunque rivolto ai carabinieri della stazione di Albinea formalizzando la relativa denuncia per truffa. Dopo una serie di riscontri tra l’utenza telefonica, risultata fittiziamente intestata, usata dal truffatore e la carta prepagata dove erano stati versati i soldi, i carabinieri hanno catalizzato le attenzioni investigative su un 42enne di Palermo, con a carico specifici precedenti di polizia, che è stato quindi denunciato.