Fuga di gas, accende la luce e viene investito da un inferno di fuoco. Grave 58enne

I vigili del fuoco nella casa di Toano e i danni provocati dall'esplosione

Toano, lo scoppio è avvenuto verso mezzogiorno di mercoledì 23 giugno in via Rondaneda. L'uomo, un muratore, era aveva fatto ritorno dal lavoro. Sul posto ambulanze, elisoccorso, vigili del fuoco e carabinieri

TOANO. E' entrato nella sua villetta a schiera, ha acceso la luce ed è scoppiato l'inferno: un boato e un'enorme fiammata l'hanno investito, per l'onda d'urto, violentissima, è stato scaraventato fuori della porta dell'abitazione. Sono molto gravi le condizioni di un uomo di 58 anni, muratore, residente a Toano che è stato ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Parma, in prognosi riservata, raggiuto a bordo dell'elisoccorso. Lo scoppio è avvenuto verso mezzogiorno di mercoledì 23 giugno in via Rondaneda.

Sul posto due squadre di vigili del fuoco da Reggio Emilia e da Castelnovo Monti, i carabinieri di Toano, l'ambulanza della Croce Rossa di Toano il cui personale, dopo il primo intervento, ha trasferito il ferito con ustioni sul volto, sulle mani e sule gambe, al campo sportivo dove è stato preso in consegna dal personale medico dell'elisoccorso. E' stato immediatamente sedato e intubato.

I danni provocati dallo scoppio alla casa in via Rondaneda a Toano

Secondo i primi accertamenti dei vigili del fuoco - una squadra di tecnici ha raggiunto via Rondaneda e a loro spetterà accertare senza ombra di dubbio la causa dell'incidente - e dei carabinieri, si sarebbe trattato di una fuga di gas Gpl dal bombolone interrato che l'uomo utilizza per alimentare i fornelli e d'inverno per il riscaldamento. Il gas ha saturato l'ambiente e quando il 58enne è entrato ed ha acceso la luce è deflagrato provocando l'incendio e grossi danni alle strutture. La casa è stata dichiarata temporaneamente inagibile. Resta ora da accertare da dove sia partita la fuga di gas.