Morto Mauro Adani lo storico carrozziere di San Maurizio

Appassionato di calcio, tennis e motori, era socio al Ct Reggio A Cerrè Sologno partecipava a feste e battute di caccia

REGGIO EMILIA. Si è spento martedì, nella sua casa nel quartiere San Prospero Strinati, Mauro Adani. Aveva 71 anni e da sei lottava contro una terribile malattia, seguito con amore dalla moglie Daniela. Lascia anche il figlio Cristian con la compagna Laura.

Era molto conosciuto, sia in città sia in provincia, soprattutto in montagna, per la sua attività di carrozziere e per i suoi hobby e le sue passioni, in particolare per lo sport – calcio e tennis in particolare – che ha sempre praticato, con buoni risultati.


Fondatore insieme allo zio Achille Adani, negli anni Settanta, dell’autocarrozzeria Adani Service, con sede in via Ferraris 1/AB, a San Maurizio, ha ceduto l’attività al figlio Cristian (che ha sempre lavorato al suo fianco e che ora conta quattro dipendenti) nel 2015, proprio quando la malattia ha cominciato a manifestarsi.

Oltre che per la sua arte artigianale di carrozziere, come detto, Mauro Adani era molto conosciuto anche per lo sport: ha giocato a calcio nell’Arcetana e nel Torneo della Montagna, con discreti risultati, ma soprattutto era un grande appassionato di tennis. Socio al Ct Reggio di Villa Canali, dove ha giocato per tantissimi anni, è stato anche campione provinciale e ha giocato fino a 64 anni: anche in questo caso, è poi stato costretto a fermarsi dalla malattia che lo aveva colpito.

Frequentava l’Appennino reggiano, in particolare la frazione di Cerrè Sologno, a Villa Minozzo, dove la moglie Daniela ha una casa e tanti parenti ed era un appassionato di caccia. Con gli altri abitanti del paese partecipava alle battute di caccia al cinghiale ma si dava anche da fare nell’organizzazione di eventi e feste paesane.

Ha fatto anche parte, nelle vesti di socio della discoteca, del gruppo di persone che organizzava feste e serate alla Sapoteka, sempre a Cerrè. Amici e familiari lo ricordano come una persona solare e sempre sorridente, di una simpatia contagiosa: «Con poco, riusciva sempre a farti stare bene ed era un uomo molto disponibile a dare una mano agli altri», ricordano. Una persona con tanti hobby, appassionato anche di auto, motori e viaggi. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA