91 condanne e 2583 pagine

La Corte di Appello ha scritto 2583 pagine di motivazioni. La Procura generale era rappresentata da Lucia Musti, Luciana Cicerchia e Valter Giovannini. I condannati sono stati 91 e ci sono state 27 tra assoluzioni, proscioglimenti e prescrizioni.