Strada per Vaglie chiusa la protesta dei residenti «Realizzate un bypass»

Ventasso. Da gennaio scorso la strada tra Ligonchio e Vaglie è interrotta: all’inizio dell’anno una cospicua frana aveva interessato la strada provinciale 91 proprio nel tratto tra Vaglie e Casenove di Ligonchio. Si tratta di una strada che da anni è oggetto di frane, cedimenti e conseguenti lavori di ripristino che però non hanno posto una soluzione ai problemi di tenuta.

I residenti in zona più volte avevano richiesto a gran voce un intervento con soluzioni definitive. Tra questi Emanuele Ceccardi della Locanda dell’Alpino, unico ristorante ed esercizio commerciale del paese. Da gennaio però i residenti e chi volesse arrivare a Vaglie è costretto a lunghi percorsi alternativi. Ora, con una lettera collettiva a nome di tutti i cittadini di Vaglie, viene nuovamente richiesto un intervento alla Provincia, titolare del tratto viario.


«Siamo consapevoli della gravità della situazione – affermano i residenti – sappiamo che il Comune e la Provincia si stanno adoperando per trovare una soluzione, ma i tempi burocratici sono lunghi. Chiediamo almeno un bypass provvisorio come è stato realizzato in un altro punto per poter avere un passaggio verso Ligonchio per l’estate».

Proseguono i residenti: «Potrebbe sembrare che sia una strada non trafficata, però è il collegamento turistico dal passo del Cerreto al passo di Pradarena, è la strada che porta i villeggianti nativi della montagna ed emigrati in Liguria alle proprie case. È una strada che gli abitanti usano per andare a lavorare a Ligonchio o verso Villa Minozzo. Noi abitanti di Vaglie chiediamo un passaggio a monte della frana per poter andare a Ligonchio». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA