La città si prepara a fronteggiare l’emergenza caldo

Da lunedì sarà attivo il servizio di ascolto telefonico. Tra le pratiche da rispettare: bere molto e fare pasti leggeri

REGGIO EMILIA. Con il caldo e l’estate alle porte l’Ausl e il Comune di Reggio – in collaborazione con altri enti e organizzazioni di volontariato come Auser, Croce Verde, Croce Rossa – hanno definito il piano di intervento per promuovere azioni volte ad alleviare, nel periodo estivo, la solitudine delle persone anziane e a soccorrerle in caso di bisogno.

Da lunedì sarà attivato il centro di ascolto telefonico (tel: 0522-320666) per aiutare le persone che rimangono in città nei giorni più caldi e che possono avere bisogno d’assistenza o di scambiare due parole al telefono. Il servizio sarà attivo fino al 3 settembre dalle 9 alle 12 dal lunedì a venerdì; dalle 9 alle 18 il sabato e la domenica.


Le elevate temperature richiedono che le persone anziane adottino alcuni comportamenti utili a fronteggiare il caldo.

Pertanto i medici ribadiscono l’invito a bere molto e spesso, acqua e tè, succhi di frutta, anche in assenza di stimolo alla sete, evitando superalcolici, caffè e in generale le bevande ghiacciate. Consumare molta frutta e verdura, anche sotto forma di frullati e centrifugati. Frutta e verdura contengono una grande percentuale di acqua e sono fonte naturale di vitamine e sali minerali; evitare inoltre bevande e cibi troppo caldi o troppo freddi. E poi: fare pasti leggeri e frequenti; uscire di casa nelle ore di meno calde, nelle prime ore del mattine e dopo le 19.

Quando si esce è consigliabile coprirsi il capo e proteggere gli occhi con occhiali da sole; indossare abiti comodi e leggeri, chiari, non aderenti e di fibre naturali (cotone e lino), perché il materiale sintetico scalda e impedisce al corpo di disperdere il calore. Inoltre fare bagni o docce con acqua tiepida per abbassare la temperatura corporea. Se si usano ventilatori per far circolare l’aria, non rivolgerli direttamente sul corpo. Arieggiare la casa, in particolare durante le ore più fresche. Infine, se si utilizzano climatizzatori, regolare la temperatura dell’ambiente con una differenza di non più di 6-7 gradi rispetto alla temperatura esterna. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA