Reggio Emilia, autore di una violenta rapina arrestato in Francia dopo quattro anni

Foto di repertorio

In manette un marocchino di 21 anni, il 17 maggio del 2016 pestò e rapinò un giovane in città

REGGIO EMILIA. Dopo quattro anni sono finalmente scattate le manette ai polsi di quello che viene considerato dagli inquirenti l'autore di una violenta rapina avvenuta in centro storico il 17 maggio del 2016.

Otto giorno fa, infatti, le autorità francesi hanno comunicato alla questura, tramite il servizio di cooperazione internazionale, di aver arrestato un marocchino di 21 anni destinatario di un provvedimento di cattura internazionale emesso dal Gip di Reggio.

Il giovane, che all'epoca dei fatti era appena maggiorenne, è accusato di aver rapinato di telefono e contanti un reggiano di 29 anni, non prima di averlo aggredito con un pugno in faccia.

Durante le indagini la Squadra Mobile di Reggio aveva poi raccolto numerosi indizi a carico del nordafricano, seguiti poi da una misura di custodia cautelare in carcere emessa dal tribunale. Nel frattempo però il criminale era riusciti a scappare da Reggio e, in seguito, dall'Italia.

Ma le ricerche della polizia non si sono mai interrotte e, a maggio, il 21enne è stato rintracciato in Francia dove era già agli arresti per reati di altra natura commessi Oltraple.