Omicidio di Saman, trovate alcune anomalie nel terreno. Ampliata l'area di ricerca del corpo della 18enne

NOVELLARA. Dopo la segnalazione di alcune anomalie nel terreno della zona vicina all’azienda agricola Le Valli, ancora tutte da verificare, oggi sarà ampliata l’area di ricerca per ritrovare Saman Abbas, la 18enne di origini pakistane residente a Novellara, scomparsa dalla fine di aprile. In base a quanto riferito dai carabinieri, oggi come ieri prosegue l’attività cinofila e sono in programma degli scavi dove lo strumento ha individuato delle alterazioni nella terra.

Novellara, il punto sulle ricerche di Saman a un mese e dieci giorni dalla sua scomparsa

A breve dovrebbe essere fissato anche l’interrogatorio di garanzia del cugino della giovane, Ikram Ijaz,tra i cinque indagati per la sua sparizione, che ieri sera è stato portato nel carcere di Reggio Emilia, dopo essere stato fermato a Nimes, in Francia, mentre cercava di raggiungere Barcellona su un Flixbus. Sospettato di omicidio e occultamento di cadavere in concorso, l’uomo è stato estradato ieri, ed è stato preso in consegna dalle autorità italiane.

Omicidio di Saman, i carabinieri indagano su alcune anomalie nel terreno



È uno dei tre, identificati dagli inquirenti, che compare nel video del 29 aprile ripreso dalle telecamere di sorveglianza all’esterno dell’azienda agricola dove lavorava il padre di Saman: insieme allo zio e al cugino della ragazza si dirigeva verso la campagna con due pale e un sacco. Per la Procura i tre indagati erano andati a preparare una buca per nascondere il corpo della 18enne che sarebbe stata uccisa il giorno successivo.