Va con un gigolò poi dà fuoco al preservativo e lo butta nel cassonetto incendiandolo. Denunciato

Il cassonetto della plastica incendiato

Sant'Ilario, nei guai è finito un uomo di 37 anni denunciato dai carabinieri per danneggiamento seguito da incendio. Nel 2018 aveva fatto la stessa cosa dopo un rapporto con una prostituta

SANT'ILARIO. Voleva probabilmente distruggere le prove del suo rapporto sessuale con un gigolò consumato il giorno prima. Ha preso il preservativo, gli ha dato fuoco con l'accendino e lo ha gettato in fiamme dentro il cassonetto per la plastica che si è conseguentemente incendiato. Per questo motivo un uomo di 37 anni, abitante a Sant’Ilario d’Enza, è finito nei guai. I carabinieri di sant'Ilario lo hanno denunciato per danneggiamento seguito da incendio.

Il fatto è accaduto la sera di lunedì 7 giugno in piazza Mercato Vecchio a Montecchio Emilia dove, su input dell'operatore in servizio al 112 allertato dai vigili del fuoco, è intervenuta la pattuglia di militari di Sant'Ilario a seguito di un incendio di natura dolosa di un cassonetto per la raccolta differenziata della plastica. Dopo che i vigili del fuoco del distaccamento di Sant'Ilario hanno spento l'incendio, sono stati avviati gli accertamenti dei carabinieri che grazie ad alcune testimonianze, sono risaliti alla descrizione del responsabile e alla targa dell'auto a bordo della quale si era allontanato.

I militari hanno identificato il 37enne che rintracciato in paese è stato condotto in caserma, dove ha ammesso i fatti. Ha spiegato di essere stato con un gigolò il giorno prima e di aver dato fuoco al preservativo gettandolo nel cassonetto per poi fuggire. Le motivazioni del gesto il 37enne non le ha spiegate. E' però emerso che l'uomo nel 2018 aveva incendiato altro cassonetto con le stesse modalità e per lo stesso motivo. In quel caso il preservativo era stato utilizzato con una lucciola.