La loro adorata padrona è morta e diciotto gatti sono rimasti soli

Vivono in un casolare di Roncocesi e hanno bisogno di trovare una famiglia. L’appello dell’associazione Zampe d’oro: «Aiutateci a dar loro una nuova casa»

REGGIO EMILIA. Li ha amati e accuditi fino all’ultimo, fino a che la malattia non l’ha costretta a un ricovero ospedaliero dal quale ha sempre sperato di tornare, proprio per continuare a prendersi cura della sua piccola colonia domestica. Invece, non ce l’ha fatta e loro sono rimasti soli.

Si tratta di diciotto gatti, che da quando la padrona non c’è più possono contare ancora sulla casa in cui vivevano, una cascina alla periferia di Roncocesi, una cara amica della donna che ogni giorno si occupa di andarli a nutrire e curare e di Giancarla Annigoni dell’associazione “Zampe d’oro onlus” che si sta facendo in quattro per cercare a tutti una giusta adozione. La grande famiglia di felini infatti non potrà continuare a vivere in quella casa e ha bisogno di qualcuno che si occupi di loro, anche perché erano abituati alla costante presenza della loro padrona e ora sentono la mancanza di una presenza umana.


«Sono tutti gatti molto curati, che sono perfettamente abituati a stare in casa» spiega Giancarla. Questo per dire che la volontaria sta cercando per ciascuno una famiglia che possa garantire una vita in casa, dato che si tratta di gatti adulti che non sono abituati alla vita all’aperto e ai pericoli conseguenti.

«Sono 18 gatti tutti salvati dalla strada o da situazioni di abbandono da una donna meravigliosa, che purtroppo ha lasciato prematuramente questa vita. Vorremmo che potesse riposare in pace, vegliando da lassù i suoi meravigliosi gattini. Aiutateci a trovare famiglie per queste creature, sempre abituate in casa, educate, sane e molto affettuose» è l’appello che arriva dalle amiche della signora che non c’è più e che ora si occupano dei gatti.

Per ulteriori informazioni: tel. 342137.5845 (Giancarla) 347082.5321 (Lorena). —

© RIPRODUZIONE RISERVATA