Cerca di rivendere una bicicletta rubata, minorenne denunciato

Prima l'annuncio sul marketplace di Facebook poi l'incontro con l'acquirente nel parcheggio di un supermercato, ma i carabinieri riconoscono la due ruote di un 58enne del paese

CORREGGIO. Ha pubblicato un annuncio su marketplace di Facebook per vendere una bicicletta accordandosi con un possibile compratore: il prezzo pattuito era di 150 euro. Ma la bicicletta era rubata. Per questo un minorenne è finito nei guai, con una denuncia per ricettazione.
 
A incastrarlo sono stati i carabinieri della stazione di Correggio che hanno recuperato la bicicletta restituendola al derubato. I militari sono intervenuti mentre, in un parcheggio di un supermercato di Correggio, stava avvenendo la compravendita. La bicicletta era stata rubata a un 58enne correggese. 
 
Quando l’hanno vista i carabinieri hanno intuito potesse trattarsi della bici il cui furto era stato denunciato dal 58enne. Sospetti poi confermati dalle verifiche successive. Il giovane, uno studente minorenne reggiano, è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Bologna.
 
Tutto è accaduto l’altro pomeriggio quando una pattuglia dei carabinieri di Correggio, durante un servizio di controllo del territorio, sono intervenuti in via Circondaria, nei pressi del parcheggio di un supermercato, dove vi erano alcune persone attorno a una bicicletta. 
 
Nel corso dell’intervento, sono stati identificati i presenti tra cui il minore indagato e un 40enne abitante in provincia di Parma . Proprio quest’ultimo si stava accingendo – trovandosi in sella alla stessa per provarla – ad acquistare la bici, una mountain bike nera, che il minore aveva proposto in vendita attraverso un annuncio pubblicato sulla piattaforma marketplace di Facebook. 
 
I carabinieri hanno subito notato che la bici presentava caratteristiche peculiari coincidenti con un’altra già denunciata come oggetto di furto nei giorni precedenti e hanno contattato il 58enne di Correggio.
L’uomo è arrivato immediatamente e ha riconosciuto come propria la bici che quindi gli è stata restituita. Il minore, non potendo peraltro dimostrarne il legittimo possesso, ha riferito di aver trovato la bicicletta abbandonata in strada e di averla recuperata per rivenderla. 
 
Confermava inoltre la trattativa di vendita con il 40enne di Parma, rivelatosi estraneo alla illecita condotta.