Ruba in un cantiere tre valigette con attrezzi edili ma viene ripreso dalle telecamere

Reggio Emilia, l'uomo, 37 anni, che ha ammesso il colpo e ha restituito la refurtiva, è stato denunciato dai carabinieri  

REGGIO EMILIA. Si è introdotto in un cantiere edile di Reggio Emilia rubando da un furgone tre valigette contenti attrezzattura per l’edilizia con trapano, avvitatore, carica batteria, una smerigliatrice a batterie e un perforatore a batterie, tutti marca Hilti, del valore di alcune migliaia di euro. Questo il bottino ottenuto dal ladro che dal cantiere si è allontanato indisturbato ma non ha evidentemente tenuto conto delle telecamere di sorveglianza che hanno ripreso lui e la targa dell’auto sulla quale si è allontanato.

Elementi acquisiti dai carabinieri di San Polo d’Enza, ai quali il derubato ha formalizzato la denuncia, e che hanno trovato riscontri anche dall’analisi delle telecamere Ocr installate nel territorio comunale di Reggio Emilia che in più punti hanno filmato la macchina del ladro in fuga. L’autovettura è risultata intestata a una donna di Reggio Emilia sul cui marito, 37 anni, residente a Reggio Emilia, si sono indirizzate le indagini. Il magistrato che ha coordinato le indagini ha disposto la perquisizione dell’abitazione del sospettato con l'obiettivo di recuperare la refurtiva. L’attività ha dato esito negativo ma l'uomo, vistosi scoperto, ha collaborato ammettendo il furto e recuperando la refurtiva che è stata restituita al proprietario. Il 37enne è stato denunciato per furto aggravato.