Evade cinque volte in venti giorni, 14enne finisce in carcere

La ragazzina è stata accompagnata in un istituto di custodia minorile dai carabinieri di Sant'Ilario

VAL D'ENZA. In 20 giorni è evasa cinque volte: due dai domiciliari e tre dalla comunità dove era stata collocata a seguito delle prime due evasioni. Per questi motivi la Corte d'Appello di Bologna ha aggravato la misura del collocamento in comunità con quella della custodia cautelare in istituto minorile. Il provvedimento è stato eseguito dai carabinieri della stazione di Sant'ilario d’Enza che nella giornata di ieri hanno rintracciato la 14enne conducendola in un istituto di custodia minorile.

La prima evasione risale alla fine di aprile quando la ragazza, ai domiciliari per una condanna a 8 mesi per rapina impropria, si è allontanata da casa - portando con sé i propri effetti personali - per raggiungere il fidanzato che si trovava in un'altra regione.

Una settimana dopo è evasa per andare a mangiare una pizza abbandonando peraltro in strada la sorellina di pochi anni che in lacrime era stata rintracciata dai carabinieri di Sant'ilario d’Enza.

Per questi fatti la Corte d’Appello – sezione penale minorenni – recependo le segnalazioni giunte dai carabinieri e ritenendo non più adeguata la misura della permanenza in casa ha optato per l'inserimento della ragazzina in comunità: in due giorni, però, la 14enne è evasa tre volte. Per questo motivo l'autorità giudiziaria ne ha disposto l'accompagnamento in un istituto di custodia minorile.