Si ritrova faccia a faccia in casa con i ladri e li fa fuggire

Sant'Ilario, raid negli appartamenti, il paese preso di mira da bande specializzate. Trovati segni sulle porte delle abitazioni. L’allarme corre anche sui social

SANT’ILARIO. Torna l’incubo dei “ladri acrobati” e questa volta nel mirino ci finisce Sant’Ilario. I malviventi, specializzati nei furti in appartamento, in una notte hanno visitato una decina di abitazioni arrampicandosi lungo i pluviali e le tubature esterne dei condomini, arrivando fino al terzo piano degli edifici. La segnalazione dei vari episodi è stata fatta dai proprietari delle abitazioni, che ora – tramite i social – avvisano gli altri residenti perché alzino la guardia e proteggano le loro case.

Uno dei padroni di casa derubati si è trovato faccia a faccia con i malviventi, che poi sono scappati.
Si ritiene che le abitazioni situate ai piani alti siano più sicure rispetto alle altre, eppure numerosi furti vengono messi a segno dai ladri acrobati, per i quali l’altezza di un edificio non costituisce un fattore deterrente. Ad aumentare la preoccupazione sono le modalità con cui i ladri riescono a intrufolarsi nelle abitazioni, arrampicandosi persino sulle impalcature e dalle tettoie degli edifici. Di solito colpiscono tra la prima serata e le due di notte.

Questi ladri appartengono per lo più a bande specializzate. Dopo avere scalato la facciata di un palazzo o di una abitazione, raggiungono i balconi e forzano le porte-finestre. Poi entrano in casa e fanno razzia. E proprio in questi giorni sono aumentate le segnalazioni da parte dei residenti. Qualcuno ha trovato una X vicino alla porta: un segno che potrebbe significare che quella casa è un obiettivo da visitare.