Hanno preso il via i lavori alla scuola primaria Rodari

La scuola Rodari di Cavriago

Cavriago, a vincere il bando grazie è stata la società cooperativa consorziata Cear, con sede a Ravenna. I lavori in via Guardanavona dovranno terminare entro la fine del 2022.

CAVRIAGO. Sono partiti ieri i lavori per la ristrutturazione della scuola primaria Rodari. A vincere il bando grazie alla migliore offerta nell’ambito della procedura di assegnazione dei lavori è stata la società cooperativa consorziata Cear, con sede a Ravenna. Secondo il Comune, i lavori in via Guardanavona dovranno terminare entro la fine del 2022. L’intervento prevede il consolidamento sismico della struttura, il suo ampliamento, la riqualificazione energetica e la riorganizzazione di tutti gli spazi interni ed esterni e rappresenta uno degli elementi maggiormente qualificanti di un piano di rigenerazione urbana e sociale di tutto il comparto ex Cremeria e dell’intero quartiere San Nicolò in corso di definizione insieme ai cittadini con il progetto Impatto.

«Questo è uno dei cantieri più attesi – dichiara la sindaca Francesca Bedogni –. Restituiremo ai cavriaghesi una scuola Rodari rinnovata. Il progetto è stato elaborato attraverso tecnologie innovative e contempera l’esigenza di salvaguardare l’estetica e la storia di un fabbricato di pregio e vincolato dalla sovrintendenza, con quella di mettere a disposizione della scuola uno spazio, moderno, innovativo, flessibile, vivo, capace cioè di cogliere i bisogni della comunità scolastica e di dare risposte».Durante le prime settimane quasi non ci si accorgerà dell’inizio dei lavori. L’azienda sarà impegnata in operazioni preliminari per saggiare le fondazioni. Seguiranno operazioni di demolizioni e, successivamente, di ristrutturazione.


«Chiedo fin da ora ai cavriaghesi un sacrificio legato ai disagi che inevitabilmente il cantiere causerà alle persone che abitano o transitano per la zona», dice la sindaca di Cavriago. Contestualmente all’avvio del cantiere, sarà realizzato anche il rifacimento dell’attraversamento pedonale rialzato all’altezza della scuola. Da lunedì 10 maggio, quindi, via Guardanavona verrà chiusa al traffico fino al 28 maggio. «Anche questo intervento richiederà per alcuni giorni cambi di abitudini relativi alla mobilità in paese e alcuni sacrifici, ma tutto questo sarà premiato dalla messa in sicurezza di questa parte del paese», afferma Francesca Bedogni.L’intervento di ristrutturazione è completamente finanziato dall’escussione di una fideiussione bancaria, da un finanziamento della Regione e da un mutuo Cdp (Cassa depositi e prestiti).