Colleziona furti sulle auto, finisce in cella un pregiudicato di 37 anni

Michael Toncig deve finire di scontare una pena per tre furti commessi tra il 2007 e il 2010, ma le sue "imprese" sono proseguite fino almeno al 2019

POVIGLIO. Un ladro d’auto incallito. Al punto da fare collezione di condanne per furto in diversi tribunali. L’Arsenio Lupin delle auto in sosta, che in uno dei colpi era riuscito a mettere le mani su tre valige contenenti preziosi del valore di 300mila euro, ora è finito nuovamente in carcere per espiare un residio di pena di 1 anno, 10 mesi e 7 giorni. Provvedimento arrivato dall’ufficio esecuzioni penali della Procura presso il tribunale di Mantova in relazione a tre furti commessi tra il 2007 e il 2010 per i quali era stato condannato da quel tribunale a 2 anni e 10 mesi di reclusione di cui aveva scontato 11 mesi e 23 giorni di reclusione. 
 
In cella è finito Michael Toncig, un 37enne pregiudicato abitante a Poviglio, al quale non è valso presentare istanza di affidamento in prova al servizio sociale. Una pratica respinta, lo scorso 27 aprile, dal competente tribunale di sorveglianza essendo risultata negativa l’istruttoria per la concessione del beneficio. 
 
Il condannato, infatti, oltre a essere risultato gravato da ulteriori precedenti penali per ulteriori tre furti aggravati, commessi nel 2008, 2010 e 2011, il 29 febbraio 2020 era stato di nuovo arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Parma, per altri 5 furti pluriaggravati commessi da febbraio ad agosto 2019 (furti su auto in uno dei quali ha asportato 3 valige con preziosi del valore di 300.000 euro). 
 
Per questi motivi e alla luce della mancata concessione del beneficio richiesto, l’ufficio esecuzioni penali della Procura mantovana ha emesso il provvedimento di carcerazione trasmesso ai carabinieri di Poviglio per l’esecuzione dovendo l’uomo scontare il residuo pena pari a 1 anno e 10 mesi e 7 giorni di reclusione. 
Nella giornata di ieri il 37enne povigliese è stato raggiunto dai carabinieri della locale stazione che hanno condotto l’uomo in carcere per l’espiazione della pena.