Fabbrico, entrano in una corte abbandonata e cercano di rubare 15 lampadari antichi

Denunciati tre giovani fotografi lombardi, appassionati di strutture abbandonate e oggetti antichi

FABBRICO. Amanti della tendenza "dell’urban exploration", ovvero della passione per l’esplorazione di strutture abbandonate da riprendere e diffondere online, tre giovani incensurati lombardi sono rimasti ammaliati dagli antichi lampadari presenti nella struttura abbandonata del Comune di Fabbrico al punto da smontarli e cercare di rubarlo.

L’origine dei fatti l’altra sera poco prima delle 20 quando una pattuglia del radiomobile della compagnia carabinieri di Guastalla è intervenuta in una corte abbandonata, dove un uomo stava inseguendo tre ragazzi. Giunti sul posto i militari dell'Arma hanno fermato uno dei tre fuggitivi, un 20enne bergamasco, fotografo appassionato di oggetti antichi.

Secondo quanto riferito dal giovane, lui e i suoi amici erano venuti nel Reggiano per fare delle foto alla corte abbandonata, ricca di veicoli e vari oggetti storici che volevano documentare. I due amici, chiamati dal 20enne, si presentavano ai carabinieri e inedificati per un bresciano e un bergamasco.

I tre, scesi dalla Lombardia, una volta all’interno della corte e presa coscienza della presenza di una quindicina di lampadari antichi li hanno smontati venendo però scoperti nel bel mezzo del furto.