Il distretto ceramico in lutto per la morte di Carlo Selmi

Era stato alla guida della Coem di Roteglia e della Ceramica Fioranese. Aveva 80 anni, era ricoverato all’ospedale sassolese. Gli è stato fatale il Covid 

CASTELLARANO. Il distretto ceramico, tanto nella parte modenese quanto in quella reggiana, è i n lutto per la morte di Carlo Selmi, ex imprenditore che è deceduto venerdì all’ospedale di Sassuolo all’età di 80 anni. Selmi era stato ricoverato per altra patologia, ma gli è stato fatale il contagio da Covid.

Carlo Selmi era stato fra gli imprenditori che avevano dato vita al distretto ceramico contribuendo con le loro imprese a fare in modo che nell’area fra Modena e Reggio Emilia sorgesse un vero polo produttivo del settore. Tutta la famiglia di Carlo Selmi è sempre stata impegnata nel settore, compresi i figli Alberto e Daniela, tutt’ora protagonisti nell’ambito delle produzioni ceramiche e dei macchinari specifici. Carlo Selmi è stato amministratore delegato e presidente della ceramica Coem di Roteglia, in territorio reggiano, importante realtà che comprende anche lo stabilimento che ha sede in via Cameazzo a Fiorano con la denominazione di Ceramica Fioranese.


Carlo Selmi è sempre stato apprezzato nel distretto non solo per il suo impegno e le capacità in ambito lavorativo, ma anche per la generosità con cui aveva saputo distinguersi anche al di fuori delle attività di lavoro.

Il figlio Alberto Selmi è l’attuale amministratore delegato dell’azienda Laminam, ruolo che il manager ha mantenuto anche dopo il passaggio di proprietà dal Gruppo fioranese System al Fondo Alpha. La figlia Daniela Selmi è amministratore delegato della Coem di Roteglia, nel Comune di Castellarano. E il sindaco di Castellarano, Giorgio Zanni, ha voluto unirsi al dolore della famiglia con un messaggio di partecipazione al lutto. «Ci lascia una persona riservata e generosa – ha commentato il sindaco di Castellarano – legata da una passione fortissima al lavoro, allo spirito imprenditoriale e al territorio. Un imprenditore capace e presente, sempre vicino ai lavoratori degli stabilimenti di Roteglia e Fiorano. A nome della città, ringrazio di cuore Carlo Selmi, per quanto fatto per la nostra comunità e mi stringo alla famiglia, alla moglie Carla e ai figli Daniela e Alberto, in questo momento di grande dolore».

Il funerale di Carlo Selmi avrà luogo oggi alle 15 nel duomo di San Giorgio a Sassuolo, poi al cimitero di Fiorano. Ieri sera è stato recitato il Rosario nel duomo di San Giorgio. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA