«Orgoglioso di un intervento serio, rigoroso e innovativo»

«Per la prima volta dopo secoli sveliamo le mura e preserviamo  un bene restituendolo  migliore e più fruibile  alle future generazioni»

QUATTRO CASTELLA. «Insieme con le torri e le merlature, le mura sono uno degli elementi costitutivi di un castello – sottolinea lo storico Danilo Morini, che è anche assessore alla cultura del Comune di Quattro Castella –. Ecco perché questo intervento è così importante».

«Per la prima volta da secoli – spiega l’assessore alla cultura – si mette mano in modo scientifico, con un approccio multidisciplinare, alla cinta muraria del Bianello in cui ben evidente è la mano di una vera e propria “archistar” del XV secolo come Biagio Rossetti, protagonista del tempo, noto per aver realizzato l’Addizione Erculea di Ferrara. Una volta ultimati i lavori, al pubblico sarà possibile percorrere e osservare il Bianello a 360 gradi, percorrendo la cinta muraria».


«Sveliamo le mura – prosegue l’assessore Danilo Morini – e nello stesso tempo preserviamo un bene di cui siamo custodi pro-tempore restituendolo migliore e più fruibile alle future generazioni. Grazie alla Regione Emilia Romagna che ha finanziato il progetto, grazie alla Sovrintendenza che lo ha approvato, grazie ai meravigliosi professionisti del nostro Ufficio tecnico e agli architetti coinvolti; grazie infine al mondo universitario per la preziosa consulenza archeologica che fa di questo approccio un modello di riferimento direi nazionale per progetti di questo tipo».

«Come assessore, ma soprattutto come castellese – conclude Danilo Morini – sono orgoglioso di un intervento serio, rigoroso e innovativo che speriamo di iniziare entro l’estate». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA