Covid, organizzano una partita di calcetto il giorno di Pasqua: pioggia di denunce

Reggio Emilia, protagonista un gruppo di ragazzini che si era dato appuntamento davanti al circolo Pigal. Nel fine settimana la polizia ha controllato centinaia di persone, acquisendo autocertificazioni che ora verranno esaminate. Una ventina di multe per mancato uso della mascherina

REGGIO EMILIA. Controlli capillari e massicci su tutto il territorio provinciale. Nel fine settimana pasquale la polizia di Stato, come disposto dal questore, ha lavorato giorno e notte per assicurare il rispetto delle regole imposte per evitare il contagio.

LE FORZE IN CAMPO

La divisione della polizia anticrimine che ha controllato complessivamente 32 persone sottoposte a vario titolo a restrizioni della libertà personale con l’obbligo della permanenza domiciliare disposta dall’autorità giudiziaria.

La divisione polizia amministrativa e sociale ha controllato complessivamente 12 esercizi commerciali e minimarket facendo particolare riferimento alle imposizioni disposte per le sale slot e vlt.

L’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico ha dovuto gestire 570 richieste al “113”. Moltissime le segnalazioni da parte dei cittadini di assembramenti in determinate zone o strade. Non sono mancate le richieste di aiuto per liti in famiglia o discussioni, spesso tra vicini, sfociate in aggressioni.

Con ordinanza del questore sono stati inoltri eseguiti controlli cosiddetti interforze, a cui hanno partecipato il reparto prevenzione crimine Emilia Romagna occidentale, la polizia stradale, la polizia ferroviaria, la guardia di finanza e la polizia locale.  Durante il fine settimana sono state controllate complessivamente 320 persone (in auto o a piedi) e sono state acquisite 95 autocertificazioni che saranno controllate in questi giorni. Inoltre sono stati controllati 17 locali aperti per l’asporto. Ventuno persone sono state multate perché non indossavano la mascherina.

ASSEMBRAMENTI

Alle 16 del giorno di Pasqua la polizia è intervenuta davanti al circolo Pigal dove era stato segnalato un assembramento di ragazzini. All’arrivo degli agenti i presenti sono fuggiti. La polizia è tornata però sul posto un’ora dopo, e ha identificato 4 giovani residenti in città. Altri tre sono stati raggiunti dopo un breve inseguimento. Per tutti è scattata la sanzione per assembramenti e mancato uso della mascherina. Hanno dichiarato che circa in venti si erano dati appuntamento per una partita di calcetto.

CONTROLLI NEI PARCHI

Agenti e pattuglie alle Caprette, al Gelso e al Parco di Marte, ma anche in via Primo Maggio e via De Gasperi. A Pasquetta, intorno alle 18, sei persone sono state identificati al parco del Tasso, due italiani e quattro gambiani. Per tutti è scattata la sanzione. Hanno ammesso di essersi dati appuntamento per consumare droga. Nei pressi è stato trovato un pacchetto con 50 grammi di hascisc e marijuana.

GITE FUORI PORTA

In città e in provincia sono stati 278 i veicoli controllati, 34 le autocertificazioni acquisite ai caselli autostradali. Sotto controllo nelle stazioni soprattutto chi è arrivato in provincia da fuori regione: 44 le autocertificazioni che ora verranno esaminate.