Acquista uno smartphone su marketplace di Facebook, ma è una truffa

Denunciato un 47enne non nuovo a questo genere di reati, individuato grazie ai riscontri sull'utenza telefonica e la Postepay

FABBRICO. Ha visto su marketplace di Facebook un annuncio che trattativa la vendita di uno smartphone che ha pagato 115 euro per poi non vederselo spedire e il venditore non ha più risposto ai solleciti dell’acquirente. Per questo i carabinieri della stazione di Fabbrico a cui la vittima, un 35enne abitante a Rolo, ha sporto denuncia, a conclusione di mirate indagini telematiche, hanno denunciato per truffa un 47enne barese residente a Venezia, non nuovo a tali stratagemmi come rivelano i suoi precedenti di polizia. 
 
Il 35enne di Rolo, rispondendo a un annuncio di un privato pubblicato su marketplace di Facebook, si era mostrato interessato all’acquisto di uno smartphone del valore di 115 euro. Dopo aver intavolato la trattativa, dapprima con l’applicativo di messenger e poi tramite WhatsApp, aveva acquistato il telefonino con il reciproco accordo che alla ricezione dei soldi il venditore avrebbe spedito lo smartphone. 
 
All’accredito dell’importo non è però corrisposta la consegna del telefon e il venditore, dopo una serie di scuse assurde, è sparito nel nulla bidonando il malcapitato 35enne. Quest’ultimo si è quindi presentato ai carabinieri di Fabbrico formalizzando la denuncia. 
 
I riscontri tra la postepay dove erano stati versati i soldi e l’utenza telefonica con cui, tramite WhatsApp, era stata concordata la vendita hanno dato i loro frutti. I carabinieri hanno individuato e denunciato il 47enne.