Coronavirus, 2 donne morte e 127 nuovi contagi a Reggio Emilia. Arretra l'ondata in Regione

REGGIO EMILIA  Cala ancora l'incidenza settimanale dei nuovi casi di coronavirus per 100mila abitanti in Emilia-Romagna: nel periodo 29 marzo-4 aprile il dato regionale è di 253. Valore ancora al di sopra della soglia considerata «di guardia», di 250 casi per 100mila abitanti, ma che conferma il trend in discesa rispetto alle settimane precedenti: 318 casi per 100mila abitanti nella settimana 22-28 marzo, 384 (15-21 marzo), 441 (8-14 marzo), 438 (1-7 marzo).

A Reggio Emilia sono stati 217 i nuobi contagi e due donne di 63 e 93 anni sono invece decedute.

Segno che il picco di contagi della terza ondata è alle spalle in regione, ma con una circolazione del coronavirus ancora su livelli di attenzione importanti. Tutta la regione è in zona rossa dal 22 marzo e vi rimarrà anche almeno la prossima.

CONTAGI  La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 288 nuovi casi e Bologna (262); poi Rimini (201), Ferrara (143), Ravenna (135), Reggio Emilia (127), quindi Parma (111) e Cesena (84); seguono Forlì (63), il Circondario imolese (48) e infine Piacenza (31).

Purtroppo, si registrano 38nuovi decessi: 1 nella provincia di Parma (una donna di 83 anni); 2 nella provincia di Reggio Emilia (due donne di 63 e 93 anni); 4 nella provincia di Modena (due donne di 81 e 90 anni; 2 uomini, rispettivamente di 68 e 84 anni); 12 nella provincia di Bologna (6 donne: di 70, 76, 79, 83, 85 e 91 anni, e 6 uomini: di 64, 79, 2 di 81, 2 di 87); 6 nella provincia di Ferrara (una donna di 72 e 5 uomini di 50, 61, 72, 80 e 81 anni); 6 in provincia di Ravenna (due donne di 63 e 92 anni e quattro uomini di 81, 84, 85 e 94 anni); 1 in provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 89 anni; 5 nel riminese (una donna di 90 anni e quattro uomini di 64, 66, 88 e 93 anni). Un decesso riguarda una persona residente al di fuori della Regione Emilia-Romagna. Nessun decesso in provincia di Piacenza.

L'ONDATA I contagi complessivi, nell'ultima settimana, sono stati quasi 11.300, in lieve calo rispetto ai 14mila della settimana precedente. C'è meno pressione sugli ospedali, ma il vero «respiro» è ancora lontano per le strutture sanitarie: in terapia intensiva ad oggi ci sono 366 pazienti e negli altri reparti Covid oltre 3.100. Per quanto riguarda l'incidenza dei contagi nei territori, l'unica provincia ben al di sotto della soglia di guardia dei 250 casi è Piacenza, con un'incidenza di 95 casi per 100mila abitanti (in calo da 141 della settimana precedente). Scendono finalmente sotto i 250 anche le province di Reggio Emilia (214), Parma (242), l'area metropolitana di Bologna (247) per quanto il Bolognese abbia ancora un dato di 258 casi per 100mila abitanti e il comprensorio imolese sia crollato a 176. Al di sopra dei 250 restano Forlì-Cesena (332, con il Forlivese a 382 e il Cesenate a 288), Rimini (313), Ferrara (309), Ravenna (262) e Modena (257).

VACCINI Grazie alla recente fornitura di 11.990 dosi di vaccino AstraZeneca l'Ausl Irccs di Reggio Emilia ha deciso di anticipare a questa settimana 4mila appuntamenti - previsti dal 12 aprile in poi - per persone della classe di età 75-79 anni. In questo modo - informa la direzione - tutti i prenotati di questa fascia d'età (21mila persone in tutto) potranno ricevere la prima dose di vaccino entro il 12 aprile. Le persone che erano prenotate dopo il 12 aprile stanno ricevendo un sms con il nuovo appuntamento, in cui è indicato il giorno, l'ora e il luogo dove andare per essere vaccinati. Dal 12 aprile in tutta la regione potranno prenotarsi le persone della fascia di età 70-74 anni.