Trecento carabinieri sulle strade provinciali per i controlli pasquali

Circa 150 pattuglie sul territorio di Reggio Emilia per il rispetto delle norme anti-Covid.Previsto un capillare monitoraggio delle seconde case 

REGGIO EMILIA. Nelle giornate di Pasqua e Pasquetta i carabinieri del comando provinciale di Reggio Emilia, in linea con le indicazioni fornite alle forze di polizia dal prefetto di Reggio Emilia, attueranno un importante dispositivo di controlli che vedrà coinvolte tutte le articolazioni delle compagnie di Guastalla, Reggio Emilia e Castelnovo Monti supportati dai carabinieri forestali dislocati nella provincia.

Complessivamente i carabinieri del comando provinciale di Reggio Emilia metteranno in campo 150 pattuglie, impiegando complessivamente circa 300 carabinieri.


L’attività sarà prettamente finalizzata ad assicurare il rispetto delle disposizioni limitative degli spostamenti per il contenimento dell’emergenza Covid.

Oltre all’attività che vedrà i carabinieri reggiani presidiare tutte le principali strade (dalla Bassa alla montagna passando per il comprensorio ceramico e la val d’Enza), i carabinieri svolgeranno un’importante e capillare attività di monitoraggio delle cosiddette seconde case.

Le norme, ricordano i carabinieri reggiani, consentono di raggiungere le seconde case, a patto che chi si sposta riesca a dimostrare che la titolarità dell'immobile è anteriore al 14 gennaio 2021. Chi ha invece stipulato un qualsiasi contratto (tipo un affitto breve) successivamente a quella data, non potrà raggiungere la seconda casa. Nell’immobile, precisano sempre i carabinieri, possono trasferirsi il titolare insieme ai componenti del suo nucleo familiare, a patto che la seconda casa non sia occupata da altre persone.

Sono chiaramente vietate le gite nella seconda casa organizzate in compagnia di amici o parenti.

Grazie all’attività dei carabinieri forestali si procederà anche al monitoraggio delle aree più impervie della montagna e delle zone rivierasche dei grandi fiumi dove non si può escludere che vengano organizzate grigliate improvvisate nell’auspicio che prevalga il buon senso. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA