Rapinatore in azione in due farmacie di Scandiano

La farmacia in via Goti a Ventoso

Alla chiusura un malvivente in azione in via Statale e poi in via Goti a Ventoso.  Il sindaco: «Paura ma niente feriti, sporgeremo denuncia». Indagano i carabinieri

SCANDIANO. Doppia rapina a distanza di un quarto d’ora l’una dall’altra, alle farmacia comunali di via Statale nel capoluogo e nella frazione di Ventoso, in via Goti. lUn bandito – secondo i carabinieri si tratta della stessa persona – è entrato poco prima dell’orario di chiusura, tra le 19 e le 19.30 di martedì 23 marzo e si è fatto consegnare l’incasso. Di certo non più di qualche centinaio di euro, visto che le casse vengono svuotate spesso dai gestori.I colpi sono stati messi a segno senza sbavature: poca gente nei negozi, per l’orario e per il lockdown; solo il personale che ha consegnato al rapinatore quanto chiesto, prima di dare l’allarme ai carabinieri. Evidentemente, però, l’incasso del primo colpo non deve essere stato ritenuto sufficiente dal rapinatore, che ha proseguito il raid nella seconda farmacia scandianese.

La famacia in via Statale


Le telecamere interne ed esterne dei negozi che sono state visionate in serata dai carabinieri, giunti sul posto per il sopralluogo e per raccogliere le deposizioni dei testimoni, daranno informazioni ulteriori su chi ha commesso i colpi. Sembra comunque che il bandito abbia agito a volto coperto. Dei colpi è stato avvertito in serata anche il sindaco Matteo Nasciuti: «Domani mattino io o il dirigente delle farmacie sporgeremo denuncia. Fortunatamente però non ci sono state persone aggredite. Il personale ha avuto solo molta paura».

Resta ancora molto da capire sull’esecuzione dei colpi, prima di tutto che arma abbia utilizzato il bandito per immobilizzare il personale costretto a consegnare il denaro. Altro particolare su cui indagare è se abbia agito da solo oppure con un complice. Probabilmente le telecamere potranno fornire qualche elemento utile. La farmacia comunale di Ventoso non è nuova ai raid di banditi. L’ultimo colpo, che risale al 30 ottobre dell’anno scorso, è stato messo a segno proprio in via Goti. E le modalità di esecuzione sono state molto simili a quelle di ieri sera. Due banditi, di cui uno armato di pistola, a volto coperto, hanno fatto irruzione nella farmacia all’orario di chiusura e si sono fatti consegnare l’incasso. Circa mille euro, in quella occasione.