Il bandito solitario delle farmacie di Scandiano fuggito con un bottino di 500 euro

Ha agito con il volto mascherato e armato di un coltello. I carabinieri della Tenenza della cittadina stanno visionando i filmati della videosorveglianza

SCANDIANO. Il giorno dopo le due rapine nelle farmacie comunali del paese, in via Goti nella frazione di ventoso e via Statale nel capoluogo, resta la paura per i momenti vissuti. "Speriamo - dice la farmacista di via Statale - che non capiti più perché è già la terza volta che veniamo rapinati". Sulla base delle indagini immediatamente avviate dai carabinieri delle Tenenza della cittadina, il rapinatore avrebbe agito da solo.

Il primo colpo è stato messo a segno alle 18,50 in via Goti. Il bandito con il volto travisato e armato di un coltello ha fatto irruzione all'interno del negozio dove c'erano la farmacista e un collega. Il rapinatore li ha costantemente tenuti sotto la minaccia dell'arma e si è fatto consegnare l'incasso, di circa 300 euro. Una volta preso il denaro è uscito dalla farmacia e si è dileguato.

Evidentemente ha ritenuto che il bottino non fosse adeguato alle 19,10, appena venti minuti più tardi, si è presentato alla farmacia comunale di via Statale 22 e con lo stesso  “modus operandi” si è fatto consegnare altri 200 euro. In quel momento, in farmacia c'erano la titolare, due colleghi e quattro clienti che non hanno reagito. Anche in questo caso il rapinatore, un uomo di giovane età, è entrato, arma in pugno, è ha presto la consegna dei soldi per poi scappare. Al vaglio dei carabinieri scandianesi, che procedono per il reato di rapina aggravata, i sistemi di videosorveglianza interni ed esterni delle farmacie.