Compra una consolle musicale online da 680 euro e riceve un vestitino da bambola

Reggiolo, i carabinieri hanno denunciato per truffa un giovane di 24 anni di Empoli considerato un boss del raggiro

REGGIOLO. Ha acquistato online una consolle musicale che ha pagato 628 euro ma nel pacco speditole dal venditore (che ha voluto altri 55 euro per le spese di spedizione) c'era solo un vestito per bambole. Grazie ad un’inserzione esca, una carta prepagata dove ricevere i soldi e la giusta dose di sfrontatezza, un 24enne abitante ad Empoli ha piazzato annunci online "taroccati" e alla fine è stato denunciato dai carabinieri.

Le trattative sono corse via mail e su WhatsApp e quando sulla carta prepagata del venditore è stato accreditato  il corrispettivo il gioco è stato fatto: il truffatore era sparito nel nulla. Un vero e proprio boss del raggiro, il 24enne empolese, individuato dai carabinieri della stazione di Reggiolo che l’hanno denunciato per truffa. La vittima, una donna di 45 anni di Reggiolo,  ha risposto all'inserzione su un sito di annunci, acquistando la consolle musicale in vendita a 628 euro. Ha effettuato il pagamento come richiesto dal venditore per poi scoprire, all’arrivo del corriere e dopo aver pagato ulteriori 55 euro per la spedizione, che all’interno del pacco c’era un vestito per bambole.

Nell’intento di segnalare l’errore di spedizione ha cercato di contattare il venditore che però si è reso irreperibile. Capito di essere rimasta vittima di un raggiro la donna si è presentata ai carabinieri della stazione di Reggiolo formalizzando la denuncia. Dopo una serie di riscontri tra la mail, l’utenza telefonica e la carta prepagata dove erano confluiti i soldi, i carabinieri di Reggiolo hanno identificato l'empolese. Per la 45enne reggiana la possibilità e di essere risarcita in sede penale a conclusione del processo. I carabinieri proseguono le indagini sul24enne per fare luce sul suo giro d'affari piuttosto vasto visto che sembra abbia raggirato numerose persone in tutt’Italia.