Contenuto riservato agli abbonati

Covid, addio ad Amos Righetti: 52 anni fa fondò l’azienda omonima

L'imprenditore Amos Righetti

Rio Saliceto: aveva 84 anni. Anche la moglie è ricoverata all’ospedale Il ricordo della figlia Emanuela e del sindaco Malavasi

RIO SALICETO. Portato via dal Covid, a 84 anni, l’imprenditore Amos Righetti, “Pesnein”, fondatore nel 1969 dell’azienda omonima, un’officina meccanica per la lavorazione delle lamiere in via Turati che oggi dà lavoro a 23 persone. «Ha iniziato ad avere i sintomi la settimana scorsa – racconta la figlia Emanuela, che assieme al fratello Ennio oggi gestisce l’azienda – ma erano deboli. Poi domenica si è aggravato. Era già in deficit di ossigeno ed è stato ricoverato d’urgenza all’ospedale di Guastalla. La sue condizioni sono precipitate e dopo cinque giorni è morto. Abbiamo potuto salutarlo solo con una videochiamata che il personale dell’ospedale, gentilissimo e premuroso, ci ha concesso di fare».

Il premio per i 50 anni di attività dell'azienda

La famiglia Righetti sta vivendo un incubo: anche la moglie di Amos, Valentina, è ricoverata all’ospedale di Scandiano per Covid ed è in gravi condizioni; positiva è anche Emanuela e tutta la sua famiglia. «Noi ce la caviamo – racconta l’imprenditrice – ma è una fase difficilissima. Mio padre era un uomo speciale, conosciuto e benvoluto da tutti per il suo grande impegno nel lavoro e per la sua famiglia. Si era fatto da solo, cominciando con delle commesse passate dalla Goldoni per dei pezzi meccanici dei trattori. Poi, proprio grazie alla sua dedizione, l’azienda si è via via ingrandita». Solo due anni fa, in gennaio, c’era stata festa grande alla Righetti Srl per i 50 anni di attività. Al capostipite Amos il presidente di Unindustria Reggio Emilia, Fabio Storchi, aveva donato una statuetta celebrativa dello scultore Graziano Pompili .


Anche il sindaco Lucio Malavasi ha voluto ricordare «l’amico di famiglia, il primo a spronarmi e sostenermi, anche se di idee politiche diverse dalle mie, quando decisi di candidarmi a sindaco». «Vorrei rimarcare – prosegue – la sua generosità e l’aiuto che ha dato alla nostra amministrazione collaborando senza mai pretese nella realizzazione dei manufatti che hanno abbellito il nostro paese». I funerali di Amos Righetti, organizzati dall’impresa Cabassi, si svolgeranno domani, lunedì. La salma partirà dalle camere mortuarie di Rio Saliceto alle 10, arriverà in aziende, sosterà sotto casa dei familiari per un saluto, quindi il corteo arriverà al cimitero per la benedizione.