La terza ondata del Covid verso il picco: 337 nuovi contagiati e quattro vittime

Emergenza coronavirus: morti due uomini e due donne nel Reggiano. In regione 34 nuovi decessi, 396 pazienti in Rianimazione 

REGGIO EMILIA. Se è vero che è atteso per questa settimana il picco della terza ondata della pandemia, i numeri non mentono di certo. Prova ne sono i 337 nuovi contagiati in provincia di Reggio registrati dagli ultimi bollettini di Ausl e Regione Emilia Romagna, che fanno salire a quota 38.667 il numero totale delle persone che, nel Reggiano, negli ultimi dodici mesi hanno contratto il Covid 19. E se non ci sono nuovi ricoverati nelle terapie intensive degli ospedali di Reggio e Guastalla, dove peraltro ci sono già 32 pazienti Covid, otto dei 337 nuovi contagiati sono comunque stati ricoverati in ospedale, per poter essere curati al meglio, mentre gli altri 329 sono in isolamento domiciliare.

L’ultimo bollettino, purtroppo, parla di altre quattro vittime reggiane provocate dal coronavirus, che fanno salire a 1.166 il numero dei morti nella nostra provincia dall’inizio della pandemia. Cavriago (17 le vittime totali), Poviglio (17), Reggio Emilia (374) e Rio Saliceto (16 morti in tutto) piangono così le ultime quattro vittime – due donne di 81 e 84 anni e due uomini di 91 e 85 anni – di un virus che non accenna a calare la sua pericolosità.


Trentaquattro, invece, le vittime registrate nelle ultime 24 ore nella nostra Regione: alle quattro reggiane, se ne aggiungono due in provincia di Piacenza (due uomini di 69 e 84 anni); una nella provincia di Parma (una donna di 61 anni); sei nella provincia di Modena (due donne di 91 e 93 anni e quattro uomini di 68, 83, 88 e 91 anni); nove nella provincia di Bologna (tre donne, rispettivamente di: 59, 61 e 74 anni e sei uomini: 74, due di 79, 84, 85 e 91 anni); tre in provincia di Ravenna (tre donne di 79, 81 e 86 anni); due nel Riminese (una donna di 90 anni e un uomo di 66); cinque a Forlì (tre donne di 67, 81 e 83 anni) e due a Cesena (una donna di 60 anni e un uomo di 57). Nessun decesso nel Ferrarese. In totale, finora i decessi in regione sono stati 11.424.

Dall’inizio dell’epidemia da coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 316.967 casi di positività, 2.448 in più rispetto al giorno precedente, su un totale di 17.110 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore.

Dei nuovi contagiati, 951 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. 1.152 sono asintomatici: 695 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 56 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 50 con gli screening sierologici, 8 tramite i test pre-ricovero. 691 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone.

Per 343 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 580 nuovi casi, poi Modena (368); seguono Reggio (337) e Ravenna (214). Poi Rimini (190), Parma (184), Ferrara (164), Cesena (140), Forlì (137), Imola (98). Infine Piacenza, con 36 nuovi casi.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 396 (-5 rispetto al giorno precedente), 3.566 quelli negli altri reparti Covid (+48).

Sul territorio regionale, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 9 a Piacenza (-1), 25 a Parma (+2), 32 a Reggio Emilia, 83 a Modena (+1), 119 a Bologna (invariato), 32 a Imola (-1), 34 a Ferrara (invariato), 19 a Ravenna (invariato), 9 a Forlì (invariato), 7 a Cesena (-2) e 27 a Rimini (invariato).

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid: fino alle ore 13 in Emilia-Romagna sono state somministrate in tutto 675.619 dosi; sul totale, 234.565 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA