Denunciata una 21enne la sua auto è stata usata per compiere un furto

Gattatico. Ha cercato di ostacolare l’identificazione dei responsabili del furto di una borsa compiuto da ignoti malviventi con la sua auto ed è stata denunciata per favoreggiamento personale.

Nei guai è finita una 21enne reggiana che abita a Poviglio, denunciata dai carabinieri della stazione di Gattatico, a conclusione di specifiche indagini relative al furto di una borsa asportata il 9 febbraio scorso all’interno di un’auto in sosta lunga via Guglielmo da Gattatico, dell’omonimo Comune della Val d’Enza.


La donna è risultata intestataria della Volkswagen Golf utilizzata dai malviventi per dileguarsi subito dopo il furto.

Lo stesso proprietario dell’auto, un 70enne del paese, aveva sporto denuncia. Durante la sua assenza, con l’effrazione del deflettore posteriore della vettura, i ladri erano riusciti a portare via dall’auto una borsa contenente documenti del lavoro.

Il furto era stato notato da un passante, che non era riuscito a fermare i ladri, dileguatisi a bordo di una Volkswagen Golf. Il testimone però era riuscito ad annotare il numero della targa dell’auto usata per la fuga.

Grazie sia alle dichiarazioni fornite dal testimone che all’analisi del sistema delle telecamere dei varchi di accesso al Comune, i militari dell’Arma sono riusciti a risalire alla vettura utilizzata dai malviventi per allontanarsi dopo il furto.

La donna, proprietaria dell’auto, è risultata estranea al furto, ma in relazione ai fatti ha cercato di eludere le indagini dei carabinieri finalizzate a conoscere chi avesse in uso la macchina. Ha sostenuto di non ricordare a chi avesse ceduto l’auto, per i carabinieri con la precisa volontà di salvare i responsabili. Di qui la denuncia per favoreggiamento personale. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA